Chi è Henry

La Biografia di Henry, Fondatore di IN Attraction ed “Istruttore di Seduzione” Sui Generis, descritta da chi lo conosce.

henry enrico mele seduzione
  • Leader e Fondatore di IN Attraction

  • Istruttore di Seduzione, Autostima, Crescita Personale e Dinamiche Sociali

  • Ricercatore, Analista ed Esperto in Antropologia, Psicologia, Sociologia e Comunicazione

  • Personal Life & Job Coach e Motivatore

  • Consulente di Immagine e Personal Shopper per Giorgio Armani S.p.A.

  • Promotore di Fitness e Benessere Psico-Fisico

  • Poliglotta e Specializzato in Mentalità Europea (in particolare Italiana, Spagnola, Inglese e Tedesca)

Henry e la Seduzione

Dobbiamo ammetterlo: finire Ospite in TV, in Diretta Nazionale, ad un Orario di Punta, per una delle più grandi trasmissioni televisive di Rai 1, per esprimere la propria Passione e parlare della propria Scuola e dei propri Corsi, Rappresentando finalmente IN MODO DEGNO, come MAI era stato fatto prima, il Mondo della Seduzione Italiana, capita a pochi nella vita.

Tuttavia dietro l’ormai famoso Henry del Mondo della Seduzione Italiana ed Internazionale, come lo conosciamo oggi, si cela un passato lungo e travagliato, che per molti di noi potrebbe sembrare folle.

… Ma non sarà Henry a raccontarcelo: salvo quando ne è costretto dalle circostanze, infatti, il nostro Istruttore di Seduzione non ama parlare di sè, tantomeno dei suoi successi.

In questa pagina troverai quindi la Biografia di Henry, interamente scritta dallo Staff di IN Attraction e dalle persone a lui vicine e che hanno fatto (e/o ancora fanno) parte della sua Vita.

La Nascita di Henry

La nascita di Henry, istruttore di successo come lo conosciamo oggi, non è stata semplice né facile.

Nasce nel modo peggiore possibile, per questo genere di argomenti. Nasce da un discorso quasi disperato in macchina, sotto una pioggia incessante. Lo ricordo come fosse ieri. Nasce dalla voglia di riscatto di un ragazzo colpito dopo alcune storie andate male.

Un giovane nerd, chiuso nel mondo di pc ed hardware.

Capita a tutti, ma queste delusioni, invece di essere un semplice gradino della vita di tutti i giorni, sono un vero ‘colpo al cuore’, per colui che diventerà Henry.

Invece di pensare “beh tanto succede a tutti, che vuoi che sia”, lui reagisce in modo clamoroso. Per prima cosa cerca di capire gli errori commessi, studiando, informandosi ed addentrandosi nel mondo della seduzione e migliorandosi ogni giorno, discernendo i venditori di fumo dalle nozioni utili.

Iniziano i primi cambiamenti e immancabili altre cadute. Ma ormai lui ha capito la strada e non si ferma, deciso sul percorso dell’automiglioramento, contro tutto e contro tutti, perché quando decidi di cambiare hai contro davvero chiunque, che nel migliore dei casi scuote il capo.

Dopo essersi consolidato e avere visto la consapevolezza aumentare inizia a interessarsi di psicologia femminile.

Henry uomo immagine ad una festa con due ragazze

Ci sarebbero da citare enciclopedie e intere videoteche, ma sviluppa una teoria tutta sua, con regole apparentemente evidenti, ma in realtà molto approfondite, sull’universo femminile. Ed ecco che iniziano a fioccare i successi, con situazioni anche interessanti, come quando decise che i limiti esistono solo nella nostra testa e così… eccolo stare contemporaneamente con tre ragazze diverse di cui una di ben dieci anni più grande.

Frequentazioni, chiaro, ma lo stacco con il ragazzo dell’inizio è già evidentissimo. Non esita a impegnarsi seriamente, la sorte però ci mette del suo, servendogli sul piatto ragazze che non esito a definire problematiche. Eccolo instancabile, invece che chiudersi su sé stesso, usare queste esperienze, a tratti davvero al limite del surreale, per approfondire la sua conoscenza, con la complicità di testi universitari di Psicologia, Antropologia e Sociologia.

Anche questi casi difficili, segnandolo non superficialmente contribuiscono a formare il suo carattere.

Anche qui come sempre si applica senza risparmiarsi.

Vlad – Amico di Henry dal 2006

Henry inizia l’avventura

Prove su prove, errori di calibrazione, appunti, esperienze con l’altro sesso ed il resto della società entrano a far parte della vita di Henry, che rimane sempre più affascinato da un mondo che per troppo tempo era rimasto inesplorato… ma, paradossalmente, alla portata di tutti.

Consideriamo il primo decennio del 2000: erano gli anni in cui, in rete, esistevano poche fonti riguardanti la seduzione e chiunque prendesse in considerazione l’idea di calarsi in questo universo, rimaneva puntualmente attaccato a nozioni create su di un ambiente oltreoceano, con dinamiche differenti, difficilmente applicabili al contesto europeo… figuriamoci quello italiano.

Era il periodo dei Guru americani come David De Angelo e Mystery, considerati i soli portatori di rivelazioni in questo campo e principali diffusori di materiale on-line, su cui poter iniziare a creare la base della propria mentalità. Henry le provò tutte, fino a rendersi conto che ciò che effettivamente veniva considerato “oro” era, in realtà, un qualcosa di difficilmente riproducibile in un Paese come il nostro, regolato dai clichè e sbagliate convinzioni sociali.

Tuttavia non si scoraggiò e, al contrario, colse l’ennesima occasione per calarsi all’interno dell’ambiente e vivere ogni tipo di esperienza possibile, per farne tesoro e trarre conclusioni, affinando sempre di più la propria tecnica e correggendo, di volta in volta, ogni più impercettibile errore, arrivando al punto di poter fornire “lezioni” sul campo, da giovane, appena ventenne, ad amici e conoscenti più grandi.

Henry e Marco, il suo primo wing

Non ritenendosi mai arrivato, nonostante la fama ottenuta nel tempo ed i risultati concreti sulla propria persona (e sugli stessi studenti), continua tuttora ad applicare i principi scoperti e sviluppati nel tempo, mantenendo viva la sua fame di conoscenza, svolgendo un lavoro che, prima di tutto, è una passione e ragione di vita.

Henry... quando la moda dei selfie impazzava

A qualunque studente corsista poniate la domanda “come ti è sembrato, Henry?” la risposta più gettonata, con un sorriso pronunciato sul volto, potrebbe tranquillamente essere “un “nazista”…!”. Per poi sciamare con una risata sincera ed affermazioni decisamente più rassicuranti e gratificanti (…).

La verità è che quello che fa emergere la qualità di un servizio, in qualsiasi campo, sono la serietà e l’intenzione di dedicare la propria presenza, fisica e mentale, a chi lo riceve.

Henry non ha il carattere assecondante, tipico di chi “non ha tempo da perdere” e tiene personalmente ad ogni più piccolo risultato di ogni suo studente. Perchè considera il trasmettere la propria conoscenza a persone intenzionate di apprendere ed aprirsi al mondo, una tra le più grandi gratifiche che la vita sia in grado di offrire.

Affinchè questo venga percepito (e assimilato) in maniera più totale, da chiunque decida di rivolgersi a lui, è necessario fargli presente, sin da subito, ogni più lieve errore, aiutandolo a correggere, a costo di passare un’intera giornata su questo, fino alla più totale annullazione dello sbaglio.

Un corso con Henry è duro; intenso; (a volte) massacrante… ed Henry è preciso; determinato; spronatore; severo (…). Ma il fattore che caratterizza un corso con lui è la sua capacità di entrare in empatia con la persona che si ritrova di fronte.

Oltre ad essere un istruttore, è un amico. E da tale, non si permetterebbe mai di non dare tutto se stesso, per la realizzazione degli obiettivi di chi chiede il suo supporto… Da tale, ne riconosce i limiti, e lo spinge affinchè riesca ad infrangerli, apportando nuovi bagagli di esperienze e risultati di vita.

Perchè ci tiene. Ed il successo di uno studente, diventa un successo comune, quindi anche il suo.

Selfie scattato da uno studente durante un corso con Henry

Brand e Notorietà

La bravura di Henry viene notata da un’azienda di seduzione dal brand internazionale, che gli propone di diventare un proprio istruttore: lui decide di continuare a mettersi in gioco, accetta la sfida e fronteggia ogni tipo di inevitabile pressione dettata dalla visibilità che si viene a creare intorno alla sua figura, dimostrando (innanzitutto a se stesso) il proprio valore.

Per quanto possa suonare paradossale in relazione alla sua attuale notorietà, in realtà lui non è uno da riflettori.

Ama infatti lavorare duramente nell’ombra, in silenzio, e dimostrare il proprio valore sul “campo”, usando le parole solo quando necessarie: questo modus operandi (che lo accompagnerà in tutta la parentesi dei 15 mesi come “istruttore di azienda”) è anche ciò che insegna ai suoi studenti ed è ciò di cui va estremamente fiero.

La fine della collaborazione con l’azienda in questione è l’inizio della libertà di espressione delle proprie idee e del proprio modus operandi, ma con un’ulteriore consapevolezza delle proprie teorie, dei propri metodi e dei propri risultati (i feedback positivi ottenuti in pochi mesi non si contano più): IN Attraction sta per nascere, ma lui promette a se stesso ed ai suoi studenti che sarà un progetto assolutamente sui generis, rivoluzionario, internazionale e SENZA LIMITI.

Henry stesso non si pone e non vuole limiti.

Fashion & Style: La collaborazione con Giorgio Armani

Nel campo dell’automiglioramento a 360°Henry si interessa anche di stile perchè una persona che voglia realizzarsi in ogni ambito della sua vita non può trascurare il modo in cui si presenta al mondo.

Ecco che inizia a interessarsi ad un brand di rilevanza internazionale, Giorgio Armani, dapprima esplorandone le collezioni ed acquistando per sè i capi e poi consigliando questi ultimi come oggetto di corsi Fashion&Style.

Con il tempo i suoi gusti, la sua bravura nella selezione dei capi in base ed il suo particolare modus operandi nell’assistere i propri studenti (tutt’altro che “modaiolo”) vengono notati e diviene così personal shopper per l’azienda Giorgio Armani S.p.A.

Qui l’eccellenza in ambito della consulenza alle persone sposa l’eccellenza nello stile e nel design, portando il livello globale dell’insegnamento di Henry sempre più vicino alla perfezione.

Henry ed uno studente durante un corso Fashion & Style

Guru e Riconoscimenti Internazionali

Altri corsi, ulteriore “autoformazione” e tempo qualche mese ha infatti la possibilità di organizzare un corso a Barcellona (città che lui ama nel profondo) come istruttore, proprio accanto ad uno dei padri fondatori della Seduzione americana, Erik Von Markovik (alias Mystery), che fu per lui uno dei primi autori che gli permisero di addentrarsi nel mondo che ha stravolto la sua vita: Henry non si tira indietro ed accetta il confronto internazionale, portando con sé addirittura 3 suoi studenti, consapevole del fatto che avrebbe rischiato una grossa figuraccia di fronte a questi ultimi, in caso di proprie carenze metodologiche e/o conoscitive rispetto al “guru”.

Questo corso, svolto anche accanto ad Alvaro Reyes (istruttore spagnolo altrettanto rinomato in ambito internazionale), si rivela tutt’altro che semplice, al punto che testimoni parlano di discussioni molto accese tra Henry e Mystery in merito ai contenuti espressi da quest’ultimo, placate nel momento in cui Henry dimostra, come sempre, il proprio valore sul campo, guadagnando così il rispetto di tutti, oltre che un legame di amicizia con entrambi gli istruttori.

Il rientro da Barcellona lascia in lui molto più di qualche foto o video sull’evento, ossia un’ulteriore consapevolezza del proprio valore, anche in ambito internazionale: la conoscenza dell’Italia e della mentalità italiana non gli basta più.

La Testimonianza di un Intervistatore

Piazza del popolo, Roma. Attendo un istruttore (parola che, nel descriverlo in futuro, si rivelerà riduttiva).

Avevo già avuto modo di parlarci su Skype qualche settimana prima; era stato mio ospite telefonico nella rubrica speciale del mio programma radiofonico.

Già in quell’occasione amici ed amiche miei, dopo la puntata, mi chiesero chi fosse quel vocione così profondo, saggio e scaltro allo stesso tempo che, con una chiara e fin troppo disarmante disarmante analisi, era riuscito così bene ad inquadrare la mia co-speaker e la sua situazione sentimentale…meravigliandomi io stesso nel corso del suo discorso… Elena infatti mi guardava esterrefatta, mentre con un pessimo labiale radiofonico di chi non deve far sentire nulla al microfono della diretta provava a chiedermi “chi diamine è questo qui?”.

Ne avevo sentito parlare, ne avevo letto abbastanza di commenti e feedback positivi di Enrico…ma il modo dirompente e affascinante con cui riuscì a monopolizzare la mia rubrica fu il miglior biglietto da visita che potessi immaginare. Un libro aperto di psicologia femminile e dinamiche uomo-donna, un attento ed imperturbabile osservatore di azioni e reazioni.

La co-speaker si interroga su chi sia "questo qui"...

Dicevo, piazza del popolo, Roma.

Arriva da lontano una figura imponente, spalle larghe, giubbino di pelle nero, occhiali Ray-Ban che celano lo sguardo di chi sa e ne ha viste tante ma non nascondono il sorriso di uomo che, di lì a poco, mi avrebbe incantato con argomenti e riflessioni, le più disparate, sull’infinito mondo dell’eterna lotta tra i due sessi.

Con una mossa sorprendentemente audace inaugurò quella mattinata: senza che avessi il tempo per rendermene conto fermò un inglesina che era lì di passaggio e in meno di 5 minuti, nonostante lei si fosse proclamata più volte impegnata, non esitò 1 solo secondo a tirar fuori il suo cellulare per scambiarsi i numeri di telefono.

In quel pomeriggio la fecero da protagoniste lunghe passeggiate, intervallate da improvvisi approcci in strada dove spiccate doti comunicative si intrecciavano con un self control ed ironia devastanti.

Lo salutai con un abbraccio e due forti convinzioni: la consapevolezza che volevo spaccare il mondo e fare un corso con lui, la sicurezza di aver incontrato un amico prima ancora che un serio e preparato professionista.

Da quel giorno la sua carriera lavorativa è stata tutta in salita, da ultimi la “collaborazione” con il collega Mystery d’oltreoceano e la decisione di intraprendere finalmente un ricco e consapevole percorso in solitaria.

Molti ricordano la sua voce di petto, altri la sua calma filosofica e saggezza quasi zen…io lo ricordo quando lo riaccompagnai al freccia rossa per Torino, quando con tono fraterno, ma severo mi disse una frase che ancor oggi riecheggia come un mantra nella mia testa ripetendomi: “Alza quel culo dalla sedia e vivi la vita che ti meriti”.

Henry Mele…what else?

Eligio – Conduttore radiofonico di “Radio Luiss”

La rotta di IN ATTRACTION

Una formazione a 360° sul mondo della seduzione, automiglioramento e dinamiche sociali… con Focus mirato sulla PERSONA e NON sugli schemi. Questo fa davvero la differenza nel metodo di approccio ed insegnamento di Henry, nei confronti dello studente.

Ogni corso è PERSONALIZZATO in relazione alle esigenze del corsista stesso e sue competenze attuali.

Non esiste uno “schema standard” di azione, utilizzabile su ogni persona, ma una via specifica e individuale per la risoluzione dei problemi e superamento dei limiti.

Henry, prima di aprire bocca per spiegare qualunque cosa, si focalizza sul corsista che ha di fronte, con il solo scopo di capire la sua personalità con le relative difficoltà dettate dal suo passato e (spesso sbagliate) routine di vita; inquadrare nella maniera più totale la sua situazione e stabilire un piano di azione MIRATO ed INTENSO, finalizzato ad abbattere ogni paura e preconcetto e diretto a realizzare a 360° le aspettative dello studente, per il corso.

Henry ascolta attentamente uno studente

E’ un’esperienza forte, estenuante e rivelatrice. Henry è l’ombra dello studente, ogni piccola cosa viene presa in considerazione e da ogni tipo di situazione vengono valorizzati gli aspetti positivi, soggettivi, e totalmente eliminati quelli negativi. Di certo non si tratta di una “passeggiata”, non per nulla è necessario che ogni interessato ad affrontare un corso dal vivo, con Henry, sia disposto ad annullare completamente ogni tipo di ancoraggio al proprio ego o timore limitatore alle proprie capacità.

È assolutamente indispensabile avere totale fiducia nella figura di un istruttore che mette la propria passione al primo posto, come lavoro e lifestyle… e lasciarsi andare alle sue direttive. Henry ti spinge oltre il limite, ti rivela concetti, alla portata di tutti i giorni, che mai avresti pensato potessero essere presi in considerazione o esistere, ti apre gli occhi su di un mondo che, per molti, è solo un’illusione da film… ma devi essere disposto ad annullarti completamente e seguire la sua figura.

Non fornisce la “formula magica”, a nessuno… perchè con lui capisci di esserla tu.

Se è vero che per ogni affermazione fatta è necessario un riscontro con la realtà, nel caso di Henry i fatti parlano chiaro.

Alla fine di ogni corso viene riportato il feedback minuzioso da parte di ogni studente, riguardo gli obiettivi prefissati prima di intraprendere il cammino con la figura dell’istruttore e la loro visione, alla fine del percorso.

Libera opinione, senza censure, e dettagliata: ogni punto di vista è fondamentale per capire quanto lavoro c’è dietro ogni singola persona… e, mettendo le priorità dello studente, al primo posto, ogni suo pensiero diventa basilare per l’apporto del corretto metodo di azione.

Per il presente. Per il futuro.

Henry tiene un seminario

L’Excursus Storico

Conosco Enrico sin dai tempi dell’università, in cui col suo ex-collega Marco, portava avanti “Progetto Seduzione”. Con loro ho fatto un corso molto intenso di 2 settimane.

Fin da subito Enrico mi è sembrato molto preparato ed esigente. Col tempo posso confermare che questa sua peculiarità è rimasta ed è diventata un vero tratto distintivo.

Enrico è sempre ben informato riguardo gli argomenti che insegna, dal punto di vista psicologico-sociale ed antropologico.

Il “suo laboratorio” è sempre aperto e la sperimentazione non ha mai fine.

Nel corso del tempo ho notato che i principi del suo metodo, calibrato su misura sullo studente, si sono ampliati ed approfonditi, arrivando a toccare sponde prima inesplorate.

Tutto questo è stato visibile durante lo special event di Barcellona 2016, a cui ho partecipato, in cui Enrico ha condotto un seminar sulla seduzione e sulle dinamiche sociali assieme ad altri personaggi di rilievo del settore (Mystery su tutti).

Con Mystery la discussione riguardo il “metodo americano” ed il “metodo europeo” ha avuto toni molto accesi, Mystery si è mostrato molto chiuso sulla sua posizione salvo poi riconoscere la validità di quanto affermato da Enrico.

Non solo, Enrico è riuscito a dare una spiegazione psicologica dei principi fondanti del metodo Mystery, più di Mystery stesso.

Allo stesso tempo Enrico è riuscito a suggerire agli studenti – guidati in sessioni di day e night game – come poter assorbire gli insegnamenti di Mystery e farli propri in relazione alla loro personalità, senza dover ripetete tutto come pappagalli, riuscendo ad ottenere la stima ed il rispetto degli altri guru della seduzione.

Per quel che riguardo la figura di Enrico si può notare un netto miglioramento qualitativo nel passaggio dall’azienda con cui ha collaborato ad IN Attraction, come istruttore è più libero e ha meno vincoli nello spiegare determinati concetti agli studenti.

Alessandro – “Storico” studente di Henry dal 2010

2010 - Henry, il suo vecchio wing ed Alessandro

Lo Staff di IN Attraction

Un progetto serio, sobrio ed ambizioso come IN Attraction non passa inosservato, specie in un ambito come quello della crescita personale e della seduzione, in cui il marketing, i modelli comportamentali pagliacceschi e la mercificazione dell’immagine del corpo femminile fanno da padroni.

Lo Staff diventa quindi numeroso ed affiatato e sale a quota 5 membri. Un altro istruttore qualificato si affianca ad Henry: Ermes. L’intesa mentale con quest’ultimo è pressochè immediata.

Henry e l'ultima entrata nello Staff: Ermes

Quello che mi ha colpito di più di Enrico è il suo carattere forte, ma con un fondo da “ragazzo a posto” con la testa sulle spalle, dovuto al fatto che con il carattere non ci è nato ma se l’è fatto.

Dal punto di vista lavorativo non si notano spesso persone con la sua ambizione, ma al tempo stesso ambizione non legata al risultato ma al benessere dei suoi corsisti, ama ciò che fa. Tiene al gruppo e alle amicizie, le relazioni per lui sono importanti perchè ha capito che senza esse non si va da nessuna parte e non si è profondamente felici. Dal viaggio in macchina ci siamo confrontati sulle nostre debolezze e siamo molto simili. Le abbiamo accettate e questo ci rende più forti perchè non abbiamo bisogno di nasconderle.

Ha davvero a cuore i corsisti e ciò si denota da come si comporta con loro, considerandoli come figli, in particolare ho visto un sorriso che ha fatto ad Alessandro nel quale ho capito il profondo affetto che provava per lui.

È rompicoglioni peggio di Leonida! 😂

Ermes – Ex-Istruttore di IN Attraction

Henry analizza una chat della sua assistente.

Henry, “Fitness Man” ed Eterno Allievo

Lui si considera sempre uno studente, in costante e perenne crescita e miglioramento, nel suo lavoro, come in ogni altro ambito della vita.

In particolare, nel 2013 comincia ad appassionarsi di fitness e benessere fisico, al punto che gli allenamenti in palestra, che in passato gli furono di aiuto per riscattarsi da un’infanzia/adolescenza in sovrappeso, diventano invece una routine ed una disciplina rigida (oltre ad una metafora della vita) a cui lui decide volontariamente di sottostare, perfettamente compatibile con lo stile di vita seduttivo che insegna e segue in prima persona: “Pain and Gain”, ossia “Soffri e Cresci”.

A fine 2015 trova finalmente una palestra che assecondi le sue esigenze (sì: lui è esigente e pretenzioso, ma mai come lo è verso se stesso) e diventa formalmente, da quel momento ad ora, un allievo del suo PT Davide: anche in questo caso l’intesa mentale ed il rapporto umano vanno al di là di ogni status formale, al punto che i due si confidano molto e le ore insieme non si limitano mai ad una fredda sessione di intenso allenamento.

Henry impegnato nello squat con il suo PT

Allora cosa penso quando penso ad Henry.. allora come prima cosa in assoluto determinazione e dedizione: nella palestra nella vita e nel suo lavoro.

Seconda cosa direi altruismo o più che altro voglia di aiutare gli altri e di lasciare qualcosa di suo ai suoi studenti e in generale di lasciare qualcosa alla società.. cioè non voler pensare a soddisfare il suo ego ma lasciare davvero il segno.

Poi: sicurezza in quello che fa.. cioè crederci a tal punto da esserne assorbito al 100% nelle sue giornate.

Altra caratteristica introspezione: analisi di ciò che fa e ciò che è e di ciò che gli succede fino a risultare maniacale quasi.

Poi se penso a lui non penso alla spontaneità.. è frutto di ciò che si è costruito come linguaggio, come atteggiamento come modi di fare.. quasi come non fosse se stesso ma il risultato di ciò che si è costruito lavorando su se stesso.

Davide – Personal Trainer di Henry

Corsi con Henry: Recensioni e Feedback degli Studenti

Alcuni dei Tanti Messaggi che Arrivano a Henry

Alcune delle Tante Recensioni dei Suoi Studenti (ne trovi a decine al fondo di tutte le pagine dei nostri servizi, nella Sezione Recensioni del Sito e sulla nostra pagina FB)

Seguici anche sulla nostra pagina facebook IN Attraction e sulla pagina ufficiale del nostro fondatore/istruttore Henry (che si occupa in prima persona dei nostri corsi di seduzione).