Come conquistare una ragazza

COME SEDURRE UNA RAGAZZA:
GUIDA ESSENZIALE IN 8 PUNTI

Come conquistare una ragazza

Come sedurre una ragazza o conquistare una ragazza è il quesito base, routinario, uguale per tutti coloro che si sono addentrati almeno una volta all’interno del Mondo della Seduzione.

La domanda da cui parte ogni cosa, il catalizzatore.

Il dubbio che non solo ad ogni seduttore, ma quasi ad ogni maschio presente sulla faccia della Terra, è sorto nel corso della propria vita.

Sulla base di questa frase sono saltate fuori persone che hanno dedicato anni della propria vita alla ricerca di una risposta concreta e, a distanza di tanto tempo, intorno a noi, c’è ancora tantissima confusione…

E non biasimo quasi nessuno.

Come conquistare una ragazza fidanzata: regole importanti

Come conquistare una ragazza fidanzataSe vuoi sapere come conquistare una ragazza fidanzata, sappi che le regole sono molto importanti da seguire, in un caso come questi. Ti sto infatti fornendo un consiglio utile, che ritroverai in maniera molto più completa nell’articolo che ho scritto e che ti indico, su come conquistare una ragazza fidanzata arrivando alla sua seduzione in pochi e semplici passi.

Posto ciò, chiariamo: qui troviamo l’ABC dei principi fondamentali, ergo se volete approfondire in modo adeguato la materia, allora vi suggeriamo di contattarci per comprendere quale tipo di corso o servizio, da noi offerto, è più consono al vostro caso.

 

Come Sedurre una Ragazza: Le 8 Regole Essenziali

 

1 – Il vero obiettivo sei tu e non lei

Questa semplice affermazione, che nella sua Natura può sembrare del tutto innocua, ha in realtà una grossa rilevanza in termini di corretto Focus.

Perdiamo un’infinità di tempo a domandarci che cosa possiamo essere noi, con il fine di sedurre Lei, sottovalutando un fattore principale della dinamica seduttiva uomo-donna che colpisce proprio l’antropologia dei due sessi: Lei è naturalmente programmata anche per essere guidata.

Ecco perché, antropologicamente parlando, in funzione della nostra domanda, l’ultima cosa da fare nella ricerca di ciò che “conquisti” Lei è assecondare ogni sua richiesta e ostentare qualcosa che non si è: Lei stessa non sa se potrebbe piacerle.

Lei stessa, nel dubbio, apprezzerà razionalmente ogni tentativo di elevazione del nostro valore per apparire in un certo modo ai suoi occhi… Ma inconsciamente proprio il concetto stesso di “apparire ai suoi occhi” è un investimento grosso come una casa, diretto nei suoi confronti: il che implica un dislivello notevole del valore tra i due sessi, portando il suo, già da subito, in termini di sua percezione, ad un piano superiore rispetto al nostro.

E se il suo valore sarà da lei percepito come superiore al nostro, allora di certo non sceglierà di essere “guidata” da uno zerbino che asseconda in tutto e per tutto quello che dice e fa, con lo scopo di “accaparrarsela”.

Come sedurre una ragazza? Questione di Focus: siamo NOI.

Noi e quello che cerchiamo in una donna.

Non il contrario.

Partiamo quindi da NOI stessi, dalla nostra concezione della persona che abbiamo di fronte e da ciò che ricerchiamo in questa.

Trattando inoltre la donna come un essere estraneo, da “sedurre”, annulleremo ciò che davvero caratterizza la nostra identità, riducendoci ad un mucchio disperato di parole a caso.

Se hai il timore di dover sedurre una ragazza, allora significa che la vedi ancora come un essere mistico, un individuo di un’altra specie da dover “raggirare” facendolo cadere in una trappola, per poterlo poi catturare.

… Ma la donna è un essere umano, ha degli istinti, ricerca un partner e va al cesso esattamente come noi!

Non c’è alcuna disparità di valore, nè alcun dislivello immaginario.

Prima comincerai a vedere la donna per quello che è e prima sarà possibile connettersi mentalmente ad essa, nella ricerca di un risultato concreto che appaghi entrambi.

Che possa essere un bacio, una scopata o un rapporto.

Come conquistare una ragazza in chat: consigli utili

In chatCome conquistare una ragazza in chat? Diciamo che le regole della seduzione che servono per la conquista di una ragazza in generale valgono anche per le chat. Certo, in chat è bene prestare maggiore attenzione al linguaggio verbale, perché non puoi comunicare con quello gestuale che è davvero molto importante. In ogni caso, anche qui vale la regola del cercare di agire con cautela, avvicinandoti pian piano e soprattutto cercando prima di tutto di capire i suoi gusti, cosa le piace, cosa non le piace, e che tipo è, prima di parlare.

La prima domanda a monte del “come sedurre una ragazza?” è quindi, in realtà, “mi sento a mio agio accanto ad una ragazza?”.

Da cui deriva il prossimo punto.

Come conquistare una ragazza difficile: devi sentirti a tuo agio con te stesso

DifficileMa come conquistare una ragazza difficile? Il segreto è sentirti a proprio agio con te stesso, non avere eccessi di ansia o di insicurezza.

2 – SENTIRSI A PROPRIO AGIO in presenza di una donna

Ricordiamoci il Focus: Noi.

Il Seduttore non è un individuo che vede la donna come un problema da raggirare, ma come un valore aggiunto alla propria vita e non teme il confronto diretto e la compagnia dell’altro sesso (con il relativo fardello dell’obbligo di “doverla sedurre/impressionare”) ma li ricerca entrambi.

Perchè conscio del piacere che può dare l’aprirsi con una donna ed il conoscersi reciprocamente.

Il Seduttore è un individuo che ama la compagnia femminile e la vive piacevolmente, senza la preoccupazione di dover essere costretto a mettere maschere di ciò che non è, ponendo il valore dell’altro sesso su due gradini più in alto.

Quindi, prima di tutto, smetti di vivere il rapporto con una ragazza come una guerra da affrontare, lascia da parte ogni preconcetto che riguarda la sua misticità creata da anni di film, media televisivi e pubblicitari con principi azzurri che portano all’altare, zerbini che ricoprono di regali e dichiarazioni d’amore da diabete: abbraccia invece il tuo istinto, che ti guiderà verso la ricerca del piacere nella compagnia femminile, ricercato come valore aggiunto.

Questo ti permetterà fin da subito di sentirti a tuo agio con le donne ed essere automaticamente percepito come soggetto differente dalla gran massa di “uomini” che tremano e mentono di fronte ad uno sguardo languido, anziché viverlo.

Ho visto un casino di “personaggi” maschili, che addirittura si vantavano di sapere come sedurre una ragazza: da quello che fingeva la parte dell’”uomo Alfa”, a quello che ostentava “sensibilità e comprensione”, a quello che di fronte alla presenza femminile preferiva girarle intorno per poi approcciarla sul social (…) .

… Ma la verità è che una donna, se non sei a tuo agio con lei, ti sgama. Sempre.

Prima inizierai a vederla per l’essere piacevole (e non “nemico” o trofeo olimpico) che è e più saranno semplici e naturali la conoscenza e la comunicazione tra i vostri corpi.

Ricordiamoci ora che ogni donna (chi più direttamente, chi meno e salvo determinate e rare eccezioni) ricerca nell’altro sesso anche una guida.

Se è vero che da un lato, per generare attrazione, potrebbe solo bastare il sentirsi a proprio agio con la presenza femminile, una buona parte del lavoro, da un punto di vista seduttivo, lo fa l’atteggiamento.

Tutti noi siamo dotati di una personalità e da questa deriva anche la nostra Personalità Seduttiva, riproducibile tramite il nostro atteggiamento.

Come citato una miriade di volte nei nostri corsi e articoli, imparare “tecniche” e manuali di seduzione classica/commerciale a memoria non aiuterà a far emergere il Seduttore celato in ognuno di noi, proprio perché alla base non viene considerata la soggettività di ogni individuo ed una “tecnica” imparata non è altro che un comando impartito ad un automa.

Potrà riprodurlo, ma se vogliamo vedere la sua anima come l’autenticità della propria Personalità Seduttiva, risulterà senza un’anima.

E qualunque “tecnica” assimilata sarà sempre e comunque fine a se stessa.

Arriviamo, quindi, al prossimo punto:

3 – COERENZA con la PROPRIA NATURA

Mai temere di essere percepiti per ciò che realmente siamo, proprio perché è questo che rende ognuno di noi autentico e diverso dalla gran massa di decerebrati ostinati a nascondere la propria virilità ed essenza, per paura di perdere chi hanno di fronte.

Da qui nasce una domanda implicita: “ma come facciamo a capire quale sono le nostre vere Natura e Personalità?”

Innanzitutto, l’ESPERIENZA le farà emergere automaticamente: più esperienze vivrai e più comincerai a scoprire e conoscere te stesso;

in secondo luogo, una volta che inizierai a non sentire la pressione nell’andare a conoscere una ragazza, considerando che per te è un’opportunità piacevole di arricchimento della tua vita e non una trincea sul campo di battaglia, automaticamente ti libererai da tanti preconcetti e paranoie nei suoi confronti e, a mente tranquilla, sarai più lucido e meno timoroso di esprimere il tuo punto di vista.

Qualora durante la conversazione senta la sensazione di dover evitare una determinata frase che, inizialmente, è apparsa nella vostra mente come sbagliata, ma reazione spontanea a una sua affermazione, non azzerarla e dilla esattamente come ti è venuta: quella è la tua Personalità Seduttiva che comincia ad emergere.

La tua virilità che chiede di uscire fuori: limitati ad assecondarla, calibrando di esperienza in esperienza, senza eliminarla.

Eliminare la propria Natura è ciò che fanno tutti.

Perchè hanno tutti una PAURA fottuta di perdere la donna che gli sta parlando.

Punto successivo, quindi:

4 – NON avere PAURA di PERDERLA

“SE VUOI SEDURRE UNA DONNA, DEVI ESSERE DISPOSTO A PERDERLA”.

La tanto citata frase all’interno di questo ambiente è una delle poche tanto commerciali, quanto veritiere.

Se temi di perdere chi hai di fronte, oltre al fatto che investirai in maniera indiretta solo per il timore che provi nei suoi confronti, annullerai anche la tua Personalità e perderai in autenticità.

Non devi aver paura di perdere la donna, perché quella è la via più certa per perderla.

La possibilità che dai a Lei di andare via delinea la vostra forte personalità, disposto a valutare chi hai di fronte con il rischio di poterla perdere per sempre, se non compatibile con ciò che cerchi.

E se ci pensi bene, in questo modo, il favore lo fai ad entrambi.

Il rapporto è biunivoco: avete tutti e due la stessa percentuale di possibilità di stancarvi dell’altra persona e, a livello di percezione di valore da parte sua, sei 6 spanne più in alto rispetto a tutti gli altri, che pur di farla rimanere, assecondano ogni sua richiesta, disposti ad annullare se stessi.

Ma per capire a fondo questo concetto devi REALMENTE essere convinto che una donna con tette e culo è pur sempre una donna con tette e culo (e li hanno tutte), mentre una testa con cui relazionarsi e coinvolgersi, a livello di importanza, prevale sempre sui primi due fattori.

Quest’ultima, fa la differenza nella massa di tette e culi.

Ma, ovviamente, a proposito di culo, devi essere il primo ad alzarlo, per cominciare la serie di esperienze che ti porterà a questa reale convinzione e lo capirai solo nel lungo periodo.

Ora, se è vero che una testa con cui relazionarsi ha un peso maggiore sulla componente fisica, come facciamo a capire come connetterci a questa?

Su Facebook: ecco come fare

Su FacebookQuali sono i consigli su come conquistare una ragazza su Facebook? Te l’ho spiegato in maniera più precisa nell’articolo che ho appositamente creato, nel quale non solo ti parlo dell’utilizzo corretto del social in tal senso, ma ti offro anche qualche spunto di riflessione anche se si tratta di una ragazza dai gusti difficili, oppure nel caso in cui non la conosci.

 

Su Whatsapp: vale la stessa serie di consigli

Su Whatsapp

Come conquistare una ragazza su Whatsapp? Sostanzialmente vale lo stesso numero di consigli. Infatti, anche in quest è caso è molto probabile che tu debba, seppur in parte, modificare il tuo linguaggio, il modo in cui le parli e ti poni, perché non hai di fronte a te la ragazza in questione, ma devi agire attraverso un monitor.

Tutte queste informazioni ci servono anche perché si associano perfettamente al punto seguente delle nostre regole:

5 – REALE INTENZIONE di CONOSCERLA

L’aprirsi alla CONOSCENZA è un fattore fondamentale, specie nella dinamica dell’interazione uomo-donna.

Se ci limitassimo alla superficialità del dover “corrompere” la donna per “ficcarlo”, garantisco che per la legge dei grandi numeri, prima o poi, salvo errori gravissimi, riusciremmo nell’intento.

Ma è controproducente e troppo limitante.

Se non sei interessato REALMENTE a CONOSCERE chi hai di fronte, allora rinunci ad una fetta molto ampia di opportunità e, soprattutto, nel medio-lungo periodo, finirai con lo stancarti e vedrai non solo la donna, ma tutta la Seduzione, come un’entità monotona e priva di stimoli.

Il tuo coinvolgimento, tra l’altro, parte proprio da questo aspetto: se sei in grado di coinvolgere te stesso nel conoscere una persona, per automatica conseguenza ed in relazione alla Natura femminile, diventerà la donna stessa, coinvolta in quello che dici e fai.

Quindi apriti: lasciala entrare nel tuo Mondo, guidala all’interno di esso, ed incuriosisciti anche nel capire quali sono le sfaccettature che fanno parte del suo.

Aprirsi alla conoscenza delle realtà reciproche è la via più efficace per creare la giusta connessione tra due menti.

E la reale chimica nelle persone si crea solo quando entrambe sono disposte a coinvolgersi reciprocamente e a scoprirsi.

Se ti limiterai alla superficialità del “fingere per ottenere”, rimarrai ancorato ad una realtà alterata, in cui attirerai esclusivamente altra superficialità.

E a lungo andare, ti stancherai anche di uscire.

Ed il pensiero su come sedurre una ragazza ti farà venire la nausea.

A cui non piaci: e se non le piaci?

A cui non piaciAndiamo adesso ad un altro punto: come conquistare una ragazza a cui non piaci?

In questo caso, potresti doverti impegnare un po’ di più, come ti ho spiegato nell’articolo che ho prodotto appositamente per farti capire cosa puoi fare se non piaci alla ragazza in questione.

Importante è il punto successivo:

6 – EMOZIONI

Per quanto gli istinti e le paure siano alla base di tutto ciò che muove il genere umano e le sue scelte, è scientificamente dimostrato che la donna è tendenzialmente più emotiva rispetto all’uomo.

Sulla base di questa tesi, consideriamo quindi che le emozioni sono un fattore scatenante e determinante nei criteri di selezione del partner da parte di una donna.

Poc’anzi accennavamo al coinvolgimento emotivo: è proprio questo il centro nevralgico della Seduzione.

Se ti coinvolgi in te stesso, oltre a metterti a tuo agio, allontanando paure ed insicurezze, immergi emotivamente te stesso nel tuo mondo: come naturale riflesso (cd. “effetto mirroring”), specie se particolarmente predisposta e ricettiva nei tuoi confronti, coinvolgerai anche lei nella tua vita attraverso i tuoi pensieri, parole ed atteggiamenti.

Ed è proprio attraverso la tua visione della vita che lei prova le emozioni che caratterizzano te, singolo individuo con carattere, identità e personalità unici: salvo che ti ostini nel mostrare costantemente un’immagine da uomo medio, le emozioni che la donna prova sono pertanto autentiche, sui generis e non comuni, ergo sicuramente (almeno in buona parte) ciò di cui lei necessità e, conseguentemente, da cui è attratta.

Nonostante infatti al primo impatto le novità possano spaventare, ricordiamoci sempre che la mente è attratta da ciò che non ha mai provato prima: il discorso si amplifica nel caso della mente femminile, che è tendenzialmente più emotiva.

Importante è pertanto il punto successivo, penultimo di questa guida essenziale su come sedurre una ragazza, ma tutt’altro che tra gli ultimi posti sul piano dell’importanza.

Cosa fare se è timida?

Come conquistare una ragazza timida? Le ragazze timide, insicure e riservate, spesso possono apparire un po’ più difficili da conquistare. Ma spesso, anche in un caso come questo, è tutta questione di atteggiamento.

7 – ATTEGGIAMENTO (cd. “frame”)

Tutto ciò che abbiamo descritto fino ad ora è sacrosanto, ma risulta del tutto vano se applicato con l’atteggiamento sbagliato.

Per atteggiamento intendiamo il modo in cui esprimiamo mentalità, personalità ed identità, attraverso comportamenti ed azioni.

Se il nostro atteggiamento è sottomesso, bisognoso e/o pressante, allora mostriamo un’immagine di noi di basso valore, ergo la mente della nostra interlocutrice tende a perdere la propria attenzione (quale donna è interessata a conoscere un uomo dal valore più basso del proprio?), rischiando di portarla addirittura alla fuga (nei casi in cui lei rimane, sappi che è solo per pietà od educazione).

Se il nostro atteggiamento è inamovibile e (tendenzialmente) dominante, al punto da non farsi mai destabilizzare di fronte a suoi atteggiamenti/comportamenti antipatici, eventuali provocazioni e/o fattori esterni di disturbo, e nel contempo è tale da guidare lei nella condivisione, nell’intimità e nella conoscenza (anche dal punto di vista sessuale), allora ecco che il nostro processo di Seduzione si sta svolgendo in modo corretto ed assolutamente NATURALE.

A tal proposito, è assolutamente essenziale il prossimo punto, che chiuderà la nostra guida su come sedurre una ragazza, assecondando con naturalezza le dinamiche che ci portano a ciò per cui siamo stati antropologicamente programmati: la sopravvivenza, nostra e dell’intera specie umana.

8 – RISPETTALA!

Sappiamo che questo punto è un campo minato, ma non ci tiriamo indietro dall’affrontarlo.

So cosa ti aspetti di leggere e probabilmente ne rimarrai deluso: qui non alludiamo a non essere violenti (diamo per assodato questo aspetto) e tantomeno a fare tutto ciò che lei vuole (magari ricoprendola di regali per renderla felice, come da “bravo zerbino”), ma ci riferiamo alle sue scelte.

Parliamoci molto chiaramente: UN NO VERBALE NON È SEMPRE UN NO, ma UN NO FISICO (allontanamento, chiusura e/o resistenza) È SEMPRE UN NO.

Oltre questo confine vi è una forzatura, che travalica in molestia, stalking e/o violenza fisica: NON ANDARE MAI OLTRE.

Le motivazioni sono molteplici, ma quelle da noi riportate sono naturali e scientifiche, ergo, in quanto tali, tutt’altro che da “moralisti/perbenisti” (aggettivi che mai incontreranno il Realismo che ci caratterizza):

  • La donna è un essere umano, esattamente come te, dotato di capacità di intendere e di volere (poco conta se vi sono incomprensioni o antropologiche differenze di pensieri, percezioni ed azioni): saresti davvero felice di avere di fronte a te una donna che fa ciò che vuoi solo perché tu stai forzando e non perché lo voglia anche lei, sentitamente e liberamente?
  • Non viviamo in una società che legittima la violazione dei diritti altrui: aspettati di pagare a caro prezzo (in particolare con la tua coscienza) le conseguenze di ogni tua forzatura, a maggior ragione se dettata dall’incapacità di controllare i tuoi istinti;
  • Una forzatura, in particolare quella fisica, significa pressione, ergo è naturale conseguenza che lei fugga a gambe levate: in ottica del risultato, è quindi la soluzione meno produttiva.

Siamo consapevoli che la “Seduzione Classica” dice che l’uomo deve essere alfa, deve prendere, non deve chiedere mai ecc. , ma la verità è che quelle sono tutte stronzate per riempire l’ego dei followers, dando una percezione di maggiore sicurezza, che puntualmente viene ostentata/forzata di fronte alla donna obiettivo, a discapito della calibrazione e, quindi, del risultato (salvo casi talmente rari che non vanno neanche considerati).

La Realtà ci dice invece paradossalmente il contrario, ossia l’accettazione di un no (fisico/reale) significa maturità e, soprattutto, controllo delle proprie emozioni, oltre ad un “mollare” la presa: questi fattori aumentano il livello di attrattività nei nostri confronti, tolgono le pressioni e generano il desiderio di voler andare oltre (ricordiamoci sempre che le donne sognano e si emozionano, molto più di noi).

Salvo casi particolari, è pertanto la Natura stessa (e non l’ego maschile) ad imporre alla nostra ragazza obiettivo di volere di più da noi.

Per rispetto intendiamo altresì il riconoscimento della libertà di spazi e tempi altrui, ergo evitiamo qualsiasi forma di invadenza, pressione o chiusura verso di lei, che non fanno altro che portare inconsciamente lei alla fuga.

 

Come puoi vedere, quindi, alla base della tanto gettonata domanda “come sedurre una ragazza” ci sono ramificazioni importanti, con altre domande molto più specifiche, a cui solo il tempo ed i dovuti approfondimenti potranno dare una giusta risposta.

E ciò che abbiamo riportato in questa guida essenziale su come sedurre una ragazza è un elenco di princìpi base che tutti, a prescindere dal tipo di contesto, dovrebbero assimilare ed applicare nel momento opportuno, al fine di raggiungere il proprio obiettivo e condividere naturali momenti di felicità con la ragazza che hai scelto (e da cui sei stato scelto).

In conclusione, ti chiedi come sedurre una ragazza?

Intanto parti dall’idea di non dover sedurre lei, ma te stesso.

Ed è un buon inizio.

Il resto, lo costruiamo di conseguenza.

 

Un abbraccio,

Henry, Ale e lo Staff di IN Attraction

Commenti

commenti

Resta sempre aggiornato!

Iscriviti GRATUITAMENTE alla Nostra Newsletter per Avere l’Accesso Esclusivo a News, Iniziative ed Eventi Privati.