[vc_empty_space height=”30px”]

Parlando di automiglioramento prendiamo in considerazione anche il look: in questo particolare articolo, voglio darvi qualche suggerimento su come migliorare i capelli. Iniziamo da quale taglio di capelli adottare, partendo dal presupposto che esistono, fondamentalmente, sei tipologie di viso e, per ciascuna di queste categorie, uno o più tagli di capelli in grado di risaltarle, al massimo della loro espressività. Procedendo con ordine, ritroviamo:

Fa tua la mentalità solida di Henry. Inizia subito a conoscere e sedurre donne e uomini liberando tutto il tuo potenziale

Scarica i capitoli gratuiti del libro " Mentalità e Seduzione "




Impara la Mentalità del Seduttore, per conquistare TUTTI in modo naturale ed efficiente

Scarica i capitoli gratuiti del libro " Mentalità e Seduzione "

Conosci, Seduci, Conquista le donne che desideri. Scopri gratis il manuale per cominciare il tuo percorso seduttivo

Scarica i capitoli gratuiti del libro " Mentalità e Seduzione "







  1. Viso Ovale E’ una tipologia di viso dai lineamenti dolci, che richiama, quindi, femminilità. La caratteristica principale di questo tipo di volto è la proporzione ed omogeneità tra parte superiore ed inferiore della testa, motivo per cui, approssimativamente, qualunque tipo di taglio “cadrebbe bene” con esso. Dal punto di vista prettamente seduttivo diventa necessario, però, apportare la giusta virilità, contrastando i lineamenti femminili caratteristici. Per migliorare i capelli consiglio vivamente un taglio corto, possibilmente rasato in prossimità delle orecchie. E’ importante che il volume dei capelli si sviluppi verso l’alto e non in larghezza, quindi un qualunque tipo di ciuffo o cresta andranno più che bene. Grazie all’omogeneità di questo viso, anche un taglio rasato o simile, sarebbe in grado di conferire l’adeguata dose di mascolinità, in contrasto con i tratti delicati. Assolutamente sconsigliata la frangia: conferirebbe femminilità e in questo caso specifico la fronte è perfettamente proporzionata con la parte inferiore del volto, quindi non crea alcun problema, a livello di estetica, se scoperta. –
  2. Viso quadrato: è viso corto, che si allarga sulla parte inferiore. Le caratteristiche di questo volto sono la mandibola squadrata, che conferisce una notevole mascolinità all’insieme e la fronte bassa. Essendo, quindi, un volto molto maschile, per accentuare la sua virilità basterà un taglio corto, affinchè i tratti che lo costituiscano vengano messi in evidenza. Ricordate, però, che al contrario del volto ovale, non è un viso omogeneo: motivo per cui, per renderlo tale, sarà opportuno “allungarlo” portando il volume dei capelli in altezza. Quindi, anche in questo caso se vogliamo capire come migliorare i capelli, possiamo adottare un qualunque tipo di taglio corto, a patto che il volume dei capelli sia portato verso l’alto. Se si desidera, invece, “smorzare” l’effetto duro dei tratti del viso, basterà apportare un taglio lungo, morbido e sfilzato: in questo modo i capelli scenderanno a livello della parte inferiore del viso, accompagnando la mascella, conferendo un effetto più omogeneo e malleabile. Assolutamente sconsigliato un taglio lungo e liscio, in quanto seguirebbe i lineamenti del viso, accentuando la posizione bassa, della fronte e l’ampiezza della mascella. –
  3. Viso rettangolare: è una tipologia di volto che presenta la stessa mascella squadrata del viso quadrato, ma con la parte superiore più allungata, quindi sproporzionata, in relazione a quella inferiore. In questo caso la fronte è alta. Resta un viso dai tratti maschili, ma nello specifico diventa necessario “ammorbidirlo”, affinchè venga riequilibrata la sua forma. E’ consigliato un taglio lungo, morbido, possibilmente con frangia, in modo da dare un effetto più omogeneo al volto, coprendo la sproporzione con la parte inferiore, causata dalla fronte. Assolutamente sconsigliati i tagli corti, in quanto accentuerebbero ulteriormente la posizione della fronte, conferendo un effetto di “allungamento” alla faccia, cosa di cui non necessita, in nessun modo, questa tipologia di viso. –
  4. Viso triangolare: le sue caratteristiche sono: una parte superiore, con fronte ampia, che si restringe, scendendo, fino ad arrivare ad un mento appuntito e stretto (immaginate la figura di un triangolo rovesciato). E’ un viso per il quale, cercando di capire come migliorare i capelli, diventa necessario omogeneizzare la parte inferiore, con quella superiore, accentuandola. Molto consigliato è un taglio lungo e scalato, che arrivi fino alla parte inferiore del viso. La scalatura del taglio, in questo caso, diventa fondamentale, in quanto è proprio quella, che conferirà un effetto regolare al volto: costantemente, controllate la crescita del vostro capello e sfilzate, quando comincia a sembrare trascurato. Assolutamente sconsigliato un taglio corto, poichè metterebbe in risalto la fronte più ampia, rispetto la parte inferiore del viso. Oltretutto, da un punto di vista seduttivo, il mento stretto ed appuntito è una peculiarità somatica più evidente nelle donne: con un taglio scalato, in grado di “smorzare” l’effetto a punta, creato dal mento, apporterete ulteriore mascolinità al volto. –
  5. Viso esagonale: anche questo rientra nella categoria dei volti particolarmente mascolini, in quanto presenta una mascella che accenna alla squadratura, zigomi pronunciati e una fronte stretta. E’ una tipologia di viso molto particolare che permette di poter prendere in considerazione, per il taglio, due varianti molto diverse, tra loro, ma nel contempo appropriate alla forma del volto, in relazione a ciò che si desidera mettere più in evidenza: se volessimo puntare ad una maggiore proporzione del viso, andremmo ad utilizzare un taglio lungo, liscio, possibilmente con frangia: darebbe volume alla parte superiore (stretta) e sfinerebbe la parte inferiore, che è la zona più marcata ed evidente di questa tipologia di viso; se, invece, volessimo dare maggior risalto ai tratti maschili che lo costituiscono, un taglio corto, con volume in altezza e in larghezza (quindi senza rasatura laterale) lascerebbe scoperta tutta la parte inferiore, risaltando i punti di virilità e proporzionando la parte alta, caratteristicamente stretta. Se siamo interessati a capire come migliorare i capelli, va assolutamente sconsigliato, come nel caso del volto quadrato, un taglio lungo e liscio. –
  6. Viso rotondo: un volto, generalmente, tanto lungo, quanto largo (da cui l’apparente forma rotonda). In questo particolare caso i lineamenti sono, il più delle volte, delicati (labbra sottili, nasi non pronunciati) conferendo una nota di femminilità all’insieme. Per questo motivo diventa necessario “compensare” con un adeguato taglio, in grado di apportare la giusta virilità. Parliamo, come nel caso del viso ovale, di un taglio corto, possibilmente rasato, in prossimità delle orecchie. Anche in questo caso i capelli dovranno acquistare volume in altezza (e non in larghezza) motivo per cui, un taglio a cresta, a ciuffo o comunque pronunciato verso l’alto tornerebbero decisamente utili. Un’ulteriore accorgimento per chiunque possedesse questa tipologia di viso riguarda l’aspetto ordinato dei capelli: in questo caso specifico, un look più “disordinato”, nella parte alta della testa, è in grado di conferire un tocco di energia in più, in grado di contrastare la femminilità dovuta ai tratti somatici delicati del viso: considerate anche questa variante. Al contrario del viso ovale, però, una rasatura non conferirebbe un bell’effetto in quanto accentuerebbe, ulteriormente, la particolare forma sferica della testa. Assolutamente sconsigliati tutti i tipi di tagli lunghi.

Come migliorare i capelli? Semplice: considerando la forma del vostro viso, ricercate quale sia il taglio di capelli  più appropriato per il vostro look!

Un abbraccio,
Lo Staff di IN Attraction

 

SE NON CAMBI TU, AVRAI SEMPRE GLI STESSI RISULTATI!

PROSSIMO BOOTCAMP DI SEDUZIONE, TORINO 1-2-3 OTTOBRE - HENRY ISTRUTTORE - ULTIMO POSTO

Scopri Ora