Come Conquistare una Collega di Lavoro: 3 Errori da Non Fare Assolutamente

Come conquistare una donna, se è una tua collega di lavoro?

Come sa chi frequenta il nostro corso di seduzione, questa si vive ogni giorno ed in qualunque circostanza nell’arco delle 24 ore. Per cui, non necessariamente potremmo incontrare il nostro tipo di donna esclusivamente durante le uscite serali o nelle sessioni di day game.

Il periodo della giornata che più coinvolge la nostra presenza fisica è sicuramente quello lavorativo, con la possibilità di provare interesse per colleghe che ci affiancano, tutto il giorno, sul lavoro.

È del tutto normale ed è giusto che, anche queste, possano provare la nostra mentalità seduttiva, entrando a far parte del nostro mondo, secondo i nostri canoni.

Non c’è nessuna regola d’ufficio, infatti, che ci vieti di coinvolgere ed esercitare attrazione su di una collega di lavoro.

Del resto è una persona con la quale abbiamo a che fare tutti i giorni, con cui potremmo voler concretizzare ed evolvere il semplice rapporto di lavoro.

Tuttavia è necessario tenere a mente degli accorgimenti, degli errori da evitare, in modo da massimizzare il risultato ed evitare sgradevoli situazioni.

Vediamo, quindi, quali sono i 3 principali errori da NON commettere, se vuoi capire come conquistare una collega di lavoro:

 

1) Non datele più importanza rispetto agli altri colleghi di lavoro:

È per una questione di investimento.

Se la metterete in risalto per ogni sua idea o iniziativa, senza un motivo reale, ma per il solo intento di farvi notare, allora otterrete l’effetto opposto (vedi stesse nozioni nell’articolo sulla friendzone).

La collega di lavoro è perfettamente consapevole dell’interesse che esercita sul gruppo di colleghi che la circondano. Tutti tenteranno di metterla su di un piedistallo, per spiccare, investendo conseguentemente più del dovuto… Ergo sbagliando!

Impara la Mentalità del Seduttore, per conquistare TUTTI in modo naturale ed efficiente

Scarica i capitoli gratuiti del libro " Mentalità e Seduzione "




Voi non siete gli altri e dovete considerare la collega di lavoro obiettivo, sul livello dell’importanza, allo stesso modo con cui considerate i vostri colleghi maschi.

Questo, non solo permetterà di distinguervi dalla caterva di individui che proveranno senza ritegno, ad entrare nelle sue grazie, ma comporterà anche un maggior coinvolgimento, da parte sua, nel dimostrare il suo valore ed investire, ulteriormente, per avere la vostra attenzione.

Quindi siate aperti, socievoli e brillanti, CON TUTTI. Regola essenziale su come conquistare una collega di lavoro è infatti non farla spiccare in mezzo agli altri: “premiatela” esclusivamente quando tenterà, lei, di spiccare ai vostri occhi, proponendo qualcosa di utile e costruttivo, investendo.

 

2) Non scendete sul piano confidenziale troppo presto.

Purtroppo, il più delle volte, gran parte delle persone trovano corretto “raggirare” l’interazione con la collega di lavoro interessata, partendo subito dalle confidenze personali, tentando di “abbassare le sue barriere” e avere la strada in discesa, quando sarà il momento di spingersi oltre.

La verità è che se partirete con l’idea di farvela amica, poi diventerà la vostra amica.

Dalla friendzone non vi muoverete più.

Quando esordite già da subito con il piano confidenziale, senza sviluppare, prima, l’attrazione, non potete sperare in un riscontro positivo da parte di lei.

Non in termini di seduzione.

Conosci, Seduci, Conquista le donne che desideri. Scopri gratis il manuale per cominciare il tuo percorso seduttivo

Scarica i capitoli gratuiti del libro " Mentalità e Seduzione "




Partite dal presupposto che, seguendo questa logica, inizialmente, lei sarà restia nello scoprirsi e, per avere un suo riscontro, sarete portati VOI, a scoprirvi.

Una volta che le avrete dato ogni certezza sulla vostra persona e disponibilità a scambiare paturnie personali, allora coglierà l’occasione per aprirsi di più… e, state sicuri, che le andrete a genio: sarete un ottimo amico confidente. Friendzone sicura.

Vi inquadrerà già da subito sotto quella prospettiva e da lì non vi muoverete più.

D’altronde, capitela: sa già tutto di voi e, in tutta risposta, siete disposti ad ascoltare la sua routine di vita, con tutti gli annessi.

Volete essere amici, giusto? O forse volete capire come conquistare una ragazza collega di lavoro? 😉

Allora pensate, invece, ad agire già da subito con del costruttivo (e calibrato) tira e molla. Stuzzicatela con battutine; siate professionali e seri, con lei, sul campo, e poi punzecchiatela con (calibrate) frecciatine, in contesti meno professionali; incuriositela, con il vostro essere “smart”, con tutti i colleghi.

Non scopritevi mai, qualora tentasse di sapere di più sulla vostra persona.

In una parola?

Intrigatela.

E fatelo senza rivelare troppo, su di voi.

Fatelo senza perdere VALORE.

Una volta che sarà incuriosita e disposta conoscervi meglio, allora coglierete l’occasione per prendervi un caffè (o pausa pranzo, che sia), insieme, tra i vostri mille impegni, e la sfrutterete per andare più nel profondo e personale, della vostra conoscenza.

Fa tua la mentalità solida di Henry. Inizia subito a conoscere e sedurre donne e uomini liberando tutto il tuo potenziale

Scarica i capitoli gratuiti del libro " Mentalità e Seduzione "




 

3) Non abbiate fretta.

Il processo seduttivo nei confronti di una collega di lavoro è, spesso e volentieri, molto più lento e graduale, rispetto alla routine seduttiva, ad esempio, delle uscite serali.
Questo, perchè:

– il contesto lavorativo non è stato creato per permettere l’accoppiamento tra gli individui che ne entrano a far parte. Quindi “nessuno va a lavorare
per trovare un partner” o “sbattere / farsi sbattere dai colleghi” (salvo casi patologici, chiaramente).

– la diretta interessata è a vostra “disposizione” quasi tutti i giorni, quindi non ha senso tentare di “accelerare” il processo, spingendo, quando
ancora non c’è la predisposizione da parte di questa, e compromettendo, magari, anche la vostra posizione lavorativa;

– visto che la ritroverete sul posto di lavoro anche il giorno dopo, ha molto più senso una seduzione lenta e crescente. In questo modo sarà molto più semplice, nel breve periodo, entrare nella sfera di fiducia, grazie alle sue barriere, basse e, nel lungo periodo, alimentare gradualmente l’attrazione nei vostri confronti. Ciò fino a quando la vostra collega non sarà totalmente presa dalla vostra figura (che, pian piano, si è insinuata e stabilita, nella sua testa, rendendola intrigata e predisposta ad una maggiore conoscenza reciproca).

A quel punto dovrete essere caparbi a riconoscere i segnali che vi lancerà, sfruttando l’occasione per stabilire un’uscita insieme (vedi articolo su segnali di interesse femminili).

Ricordate che la seduzione è esclusivamente una questione di tempismo e non di velocità: non perdete tempo, ma sappiate cogliere il momento… o, meglio, crearlo. 😉

 

Un abbraccio,
Lo Staff di IN Attraction

Basta pensieri: AGISCI!

Ultimo posto per il Bootcamp di Seduzione a Bologna, 24-25-26 Luglio 2020.

Scopri Ora
Apri Chat
1
Bisogno di aiuto?
Ciao,
come possiamo aiutarti?