Come conquistare una ragazza in chat

Come conquistare una ragazza in chat? Questa domanda me la sono sentita fare spesso e da molti studenti.

Come conquistare una ragazza in chatPartendo, innanzitutto, dal presupposto che il lavoro principale si fa sempre dal vivo e che, quindi, se l’impressione faccia a faccia suscitata in una ragazza non è stata positiva, non c’è chat che tenga.

Contrariamente, dal momento in cui è stata fatta una buona impressione di persona, risulta comunque importante mantenere vivida la propria immagine all’interno della sua testa e questo è possibile farlo (o disfarlo) soprattutto tramite la chat.

La domanda sorge spontanea: perfetto, ma qui stiamo parlando di persone che abbiamo già avuto modo di conoscere dal vivo: ma come possiamo agire quando l’approccio avviene sulle piattaforme social?

A tal proposito il nostro istruttore Alessandro Luchetti ha già creato un’apposita guida, “Tind – INside”, che potrete trovare nella sezione prodotti/manuali del sito, in cui viene riportato l’approccio sul social, dalle prime parole, all’appuntamento.

Come conquistare una ragazza fidanzata in chat: anche qui puoi arrivarci

Come conquistare una ragazza fidanzata in chatCome conquistare una ragazza fidanzata in chat? Questa è una cosa da fare con una certa cautela. Infatti, una ragazza fidanzata è, spesso, necessariamente anche una ragazza che ha molti più limiti, e con la quale puoi parlare in un determinato modo senza spingerti necessariamente oltre.

Ad ogni modo, questo articolo nasce con l’intenzione di fornire alcune dritte fondamentali per l’approccio di una ragazza su chat, e relativa interazione, 3 consigli che spesso vengono ignorati e che potrebbero, se sfruttati a dovere, capovolgere il risultato della chat, anche su Facebook.

Come conquistare una ragazza in chat su Facebook: i consigli

  1. Scrivere “tanto” non è necessariamente sinonimo di “investimento”

Su FacebookSi sente spesso dire che in una chat, la persona che scrive di più, in termini numerici di parole, è quella che investe maggiormente, compromettendo il proprio valore.

La risposta è nì.

Perché se è vero che più ci scopriamo, scrivendo, e più perdiamo l’idealizzazione da parte della ragazza, è anche vero che l’investimento, nella sua definizione più fedele, nasce dall’intenzione di avere un suo consenso/reazione, quindi se scriviamo in chat un nostro pensiero, che ha un inizio, uno sviluppo ed una fine, senza lo scopo di suscitare e forzare il suo interesse, in realtà, per quante parole possiamo aver scritto, non stiamo investendo.

Non ci devono essere limitazioni nell’esposizione del nostro pensiero, specie se la chat, per quel momento, è l’unico mezzo che abbiamo per conoscere quella persona.

Questo perché, tramite l’esposizione completa dei nostri pensieri, per quanto lunghi possano essere, creiamo la nostra immagine all’interno della sua testa, aumentando il processo di idealizzazione.

Quindi: scrivere “tanto” non è sinonimo di investimento, dal momento in cui lo facciamo senza lo scopo di ottenere la sua attenzione, ma solo per esporre il nostro punto di vista completo, in merito ad un argomento;

2.Tempistiche di risposta

Qua la questione è semplice, ma quando si tratta di affrontarla, spesso la si complica.

Ogni quanto rispondere ai messaggi di una ragazza che vogliamo conquistare in chat?

Dipende.

Quello che consiglio io è, innanzitutto, di avere una vita attiva, sia da un punto di vista lavorativo, che sociale. Questo perché? Perché dal momento in cui aspetteremo la risposta di una ragazza, non staremo tutto il tempo a guardare il cellulare, “soffrendo” per ogni minuto di ritardo nella risposta, lasciando all’altra persona le redini del gioco.

Più saremo distaccati emotivamente dalla situazione e meglio la sapremo gestire.

Poniamo di avere a che fare con una ragazza che risponde ogni 2 minuti ad ogni messaggio: se avessimo una vita attiva, non avremmo tempo di risponderle ogni volta. A quel punto sarebbe costretta lei, ad adeguarsi alle nostre tempistiche e noi prenderemmo in mano le redini della conversazione.

Poniamo, invece, che alla stessa ragazza rispondessimo ogni due minuti, perché il nostro pensiero fisso è quello di non sprecare tempo, facendola “stancare”.

Diventeremmo prevedibili ed agiremmo in funzione di lei.

Lo stesso discorso vale per una ragazza che, al contrario, risponde con tempistiche molto più lunghe: se non avessimo “distrazioni” derivanti dalle attività nella nostra vita, rimarremmo con il pensiero costante del perché non ci sta rispondendo, dando a lei la gestione del gioco.

Al contrario, prendendoci il nostro tempo per rispondere, avendo altre cose a cui pensare e mai rimanendo al di sotto della sua tempistica di risposta, non investiremmo nei suoi confronti, mantenendo immutato il nostro valore, dandole la percezione di non dipendere dalle sue risposte.

  1. Emoticon

Le emoticon sono le fantomatiche “faccine” che abbiamo a disposizione in chat.

Io non sono un particolare utilizzatore di queste, anzi, ne uso il meno possibile, ma per mio stile personale.

Quante usarne e quando?

La verità sta nel mezzo: né troppe, né troppo poche.

Le emoticon, proprio da come riporta la parola stessa, servono per dare un tono più marcato e specifico ai nostri messaggi, sottolineando un’emozione.

Quindi non è sbagliato sfruttarle, anzi, la fine di una provocazione/discorso coinvolto/ scambio di battute o qualunque tipologia di contesto che genera un’emozione, sono una piacevole accentuazione della stessa.

Ma anche in questo caso, il troppo, stroppia.

Se di fronte ad una battuta semplice facciamo seguire 12 emoticon che ridono, andiamo a perdere il senso della battuta stessa, paradossalmente, sminuendola.

Viceversa, se di fronte ad un’affermazione che, scritta nero su bianco, potrebbe risultare fraintendibile, perché troppo seria quando, in realtà, il tono voleva essere scherzoso, non mettessimo un’emoticon che renda il reale senso di quell’affermazione, questa risulterebbe eccessivamente seriosa.

Quindi diventa necessario calibrarsi di conseguenza: il troppo è come il troppo poco. Due estremi raramente sono la soluzione ideale.

Trovate il giusto compromesso anche con le emoticon.

Ecco altri interessanti spunti di riflessione: come conquistare una ragazza su Facebook, come conquistare una ragazza che non ti vuole, come conquistare una ragazza timida.

Un abbraccio,

Lo Staff di IN Attraction

Commenti

commenti

Resta sempre aggiornato!

Iscriviti GRATUITAMENTE alla Nostra Newsletter per Avere l’Accesso Esclusivo a News, Iniziative ed Eventi Privati.