Come conquistare una ragazza che non ti vuole

Come conquistare una ragazza che non ti vuole

Il titolo di questo articolo mi pare decisamente paradossale, proprio perché rappresenta un paradosso nella totalità della sua forma: come conquistare una ragazza che non ti vuole?

Voglio scriverlo lo stesso perché, diverse volte, a fronte della richiesta di delucidazioni in merito a situazioni a dir poco irrimediabili da parte di studenti (per quanto sia il primo a spronare a valutare tutte le ipotesi per arrivare ad una soluzione, anche quando sembra quasi impossibile, le persone con cui ho il piacere di lavorare) la risposta che mi viene automatica dare a queste richieste è: “Lasciala perdere”.

Conquistare una ragazza non interessata: perché farlo?

Conquistare una ragazza non interessata“Ma come, Ale, lasciarla perdere?… ma non è la soluzione di chi getta la spugna, perché troppo offuscato dal proprio ego?”. Hai mai pensato cosa significhi conquistare una ragazza non interessata?

Ecco. La soluzione che ti ho proposto è quella giusta… dal momento in cui esiste una soluzione alla situazione, che viene ignorata per via del proprio orgoglio.

Ma dall’istante in cui una ragazza decide di non voler avere più a che fare con te, perché le hai provate tutte, perché ti sei calibrato male nel tempo, perché hai messo come primo obbiettivo lei, come premio, e non la sua conoscenza, per tuo piacere personale, perché hai investito nei suoi confronti in una maniera disumana o perché, semplicemente, non le piacete, tu ed il tuo carattere… la soluzione è soltanto una: lasciala perdere.

Partiamo dal presupposto che ogni essere umano, uomo o donna che sia, ha una predisposizione soggettiva per la conoscenza di altri individui, fortemente condizionata dalle esperienze e dal periodo temporale vissuto.

In altre parole?

Una donna, per svariati motivi, può essere predisposta alla tua conoscenza il giorno prima e, quello dopo, per via di altri svariati motivi, totalmente estranea dal voler conoscere qualcuno.

Quindi, in questa casistica (che non potremo analizzare dettagliatamente in questo articolo, poiché eccessivamente lunga nella spiegazione), passami il francesismo, “non ci sono cazzi”.

Se la donna non è predisposta alla conoscenza di qualcuno, in quel lasso di tempo, non puoi fare assolutamente nulla, se non peggiorare la tua situazione, insistendo.

Vale il consiglio ad inizio paragrafo: lasciala perdere.

Ma la casistica è sempre questa?

Può essere che una donna non mi voglia solamente perché non è predisposta alla conoscenza?

Assolutamente no, ovviamente.

 

Puoi anche aver sbagliato ogni singola fase di interazione con questa ragazza e, ad ora, sei l’ultima persona con cui vorrebbe avere a che fare.

Quindi, in questo caso, la colpa è esclusivamente tua e non della sua predisposizione alla conoscenza e se hai reso la situazione talmente sbagliata, da far sì che lei non ti voglia più vedere… beh, vale lo stesso consiglio del paragrafo precedente: lasciala perdere.

Posti questi due casi, l’ultimo può essere evitato, ma soltanto facendo attenzione al tuo modo di porti iniziale, modificandolo il prima possibile.

Quindi, come puoi conquistare una ragazza che non ti vuole?

Innanzitutto, smetti di volerla (nel modo in cui la stai bramando adesso).

È difficile? Non è possibile?

Allora non ci sono svincoli.

L’unica via per ribaltare la situazione è cominciare a considerare il tuo valore allo stesso livello del suo.

O, meglio: smettere di considerare il suo, superiore al tuo, in quanto è proprio questo a minare le basi del vostro rapporto. Consideri lei, molto più di quanto consideri te stesso.

Non cercare più una ragazza: questa è la soluzione

Non cercarla piùNon cercare più una ragazza che fa capire di non essere interessata a te è, spesso, la soluzione più adatta. Smetti di volerla (nel modo in cui la stai bramando adesso) e la situazione comincerà a capovolgersi.

Ma non sotto la prospettiva oggettiva del risultato esterno, secondo cui vedrai lei che, magicamente, sverrà tra le tue braccia, ma sotto la prospettiva soggettiva, tua, in cui vedrai lei con un valore pari al tuo, ed inizierai a riconsiderarla sotto altre sfaccettature, che per via del coinvolgimento emotivo che avevi prima, non potevi notare. E sarai lucido, distaccato, e cambierai atteggiamento nei suoi confronti: questo nuovo atteggiamento potrà notarlo, come anche no, ma sarà l’unico mezzo a tuo vantaggio per far sì che anche lei, come te, rivaluti la tua persona.

Un altro aspetto molto sottovalutato fin dall’inizio, poiché dato troppo spesso per scontato e “mainstream”, è il concetto di mentalità di abbondanza.

Ora, nemmeno conto più le volte in cui ho sentito la frase “devi fare finta, mentalmente, di avere tante donne con cui esci”.

Fare finta?

Mentalmente?

Tu devi uscire e conoscere nuove donne, se vuoi sviluppare una solida mentalità di abbondanza.

“Fare finta” è solo una proiezione della realtà dettata dal proprio ego, che crolla esattamente dal momento in cui viene a contatto con la realtà dei fatti.

E la realtà dei fatti dice che tu stai fingendo, quindi, di certo non potrai avere una mentalità di abbondanza solida, proiettandoti in una condizione mentale che non esiste.

Sarà solo un’impressione fugace ed effimera.

Conquistare un’amica che non ti vuole: vale lo stesso consiglio

AmicaE per conquistare un’amica che non ti vuole? Vale assolutamente lo stesso consiglio.

Ma inizia ad uscire ed a provare il piacere della conoscenza e della compagnia di più donne, considerandole un piacere della vita e non una guerra inevitabile, e vedrai come la mentalità di abbondanza comincerà a gettare delle solide basi, che ti porteranno a distaccarti dal coinvolgimento emotivo negativo che hai nei confronti di quella donna “inarrivabile”, tirando fuori la tua reale personalità seduttiva, facendoti apprezzare per quello che sei e non per quello che tu credi lei vorrebbe tu fossi.

Sempre ammesso (e non concesso), come già accennato, che tu non abbia già creato una situazione talmente irrimediabile, da avere più vantaggio nel “lasciar perdere” la donna in questione, o che questa non si trovi in una fase di non predisposizione alla conoscenza… ma se non sussiste nessuna di queste due situazioni, allora non hai altro che rimboccarti le maniche, cominciando a ragionare per quello che sei e per quanto vali, come individuo.

Se sei interessato ad altri articoli di questo livello, scopri come conquistare una ragazza indecisa, come conquistare una ragazza più grande, e come conquistare una ragazza a cui non piaci.

Un abbraccio,

Lo Staff di IN Attraction

Commenti

commenti

Resta sempre aggiornato!

Iscriviti GRATUITAMENTE alla Nostra Newsletter per Avere l’Accesso Esclusivo a News, Iniziative ed Eventi Privati.