come cambiare migliorare il proprio look uomo ragazzo viso avere stile
Come cambiare look uomo e come migliorarlo è uno degli aspetti che tendenzialmente viene considerato ma, nella maggioranza dei casi, solo relativamente dalla componente maschile. Ci preoccupiamo del capello e della barba, ma magari usciamo per eventi in locali di un certo livello con una Nike e pantaloni ammucchiati sotto la caviglia.
Acquistiamo l’ultimo modello Rolex, per poi perderci con la marca di occhiali con montatura recuperata a 20 euro dall’asiatico sotto casa.
Prendiamo il mocassino Armani e lo indossiamo con i calzini a mezzo polpaccio.
Definiamo i peli della barba con cura maniacale ed usciamo con il monociglio (…).

Come migliorare il proprio look

Vediamo di uscire dal clichè sociale per il quale nel tempo non si è mai data una definizione totalmente precisa: l’abito non fa il monaco è una cazzata. Se è vero che in ambito seduttivo (a 360°) è necessario trasmettere al massimo la propria persona, con conseguente personalità, all’interlocutore, è altresì vero che questa passa anche attraverso il modo in cui ci vestiamo. Fa parte infatti delle componenti che costituiscono il nostro “biglietto da visita” al primo impatto. E una donna presta un’attenzione spiccata per i dettagli che costituiscono il look di un uomo. Riguardo questo aspetto non servirebbe un articolo ma un’enciclopedia. Tanti sono gli aspetti, le variazioni, le sfumature, gli stili da valutare e considerare quando si parla di come cambiare look uomo.

In questo articolo vedremo “soltanto” alcuni tra i principali, partendo dalla testa ai piedi, dando qualche dritta attuabile fin da subito per poter scegliere, rafforzare e definire il proprio stile. Con la premessa, però, che chiunque fosse interessato a scoprirlo e valorizzarlo al massimo, sotto la guida di un esperto specializzato, può tranquillamente far affidamento al nostro servizio di Fashion & Style.

Venendo a noi, partiamo dall’alto, in basso, perchè è così che si procede.

Migliorare viso uomo

Il taglio di capelli e la barba passano per forza di cose per la forma del viso, motivo per cui diventa necessario stabilire quale tipologia di volto abbiamo. Esistono già articoli specifici sul taglio di capelli (Look per Lui: Come Migliorare i Capelli) e barba (Come Scegliere il Tipo di Barba) in funzione del volto, direttamente sul sito, ma riporto qui gli abbinamenti principali:

  • Viso ovale – tendenzialmente accetta qualunque tipo di taglio, ma dal momento in cui vogliamo rendere il nostro volto prettamente mascolino, magari alleggerendo i lineamenti morbidi del volto, un taglio rasato ai lati con i capelli lunghi nella parte alta della testa e direzionati verso l’alto, è un valido compromesso.
    Così come per i capelli, pure per la scelta della barba. Chi ha il volto ovale può permettersi, più o meno, qualunque tipologia di barba.
  • Viso quadrato – è un viso corto e necessita, per trovare il suo equilibrio, di un taglio corto sui lati e lungo in altezza. Se si desidera smorzare l’effetto eccessivamente mascolino del volto quadrato o, se lo si vuole accentuare, un taglio corto o rasato, sono l’ideale.
    Consigliata una barba leggera, omogenea e corta o un pizzetto regolare.
  • Viso rettangolare – a differenza del precedente, presenta un allungamento in altezza motivo per cui, gran parte di questi visi, presentano una fronte alta. Molto consigliato un taglio con frangia o capello lungo. Come per il volto quadrato è consigliata una barba leggera, omogenea e corta, ma il pizzetto è sconsigliato.
  • Viso triangolare – viso parecchio irregolare in quanto idealmente presenta la figura di un triangolo rovesciato. Per omogeneizzare questa forma diventa necessario un taglio lungo, ma sfilzato, senza trascurarlo. Consigliata una barba con un pelo visibile, ma non lungo.
  • Viso esagonale – rientra tra le tipologie di viso mascoline. Consigliabili due tagli, in base a cosa si preferisce dare risalto.
    Taglio lungo con frangia, se si vuole accentuare la parte inferiore;
    Taglio corto, se si vogliono accentuare i tratti mascolini. Consigliata una barba corta o un pizzetto regolare.
  • Viso rotondo – una tra le forme di viso più femminili. Necessario un taglio corto, con rasatura ai lati e parte superiore lunga, in altezza. Sconsigliati i baffi e la rasatura. Consigliata una barba lunga, pressochè omogenea sui lati, ma con accentuazione sul mento, in lunghezza.

Come avere stile uomo: abbigliamento

Per quello che riguarda l’abbigliamento, l’argomentazione è decisamente più ampia. Esistono tomi interi riguardo l’abbigliamento maschile e, soprattutto, per quanto possano esserci look pre-impostati alla base di uno stile, questo otterrà molto più successo dal momento in cui sarà personalizzato.

In questo articolo elencheremo soltanto alcuni tra gli stili più apprezzabili in un uomo, ma saranno solo una minima parte di quelli esistenti e, soprattutto, necessiteranno di una personalizzazione, derivante non solo dalla personalità dell’individuo, ma anche dal contesto in cui necessiterà sfoggiarli:

Business Man: caratterizzato il più delle volte da un completo a tinta unita, immancabile camicia bianca o azzurra, con cravatta tinta unita, spezzante. Orologio in cinturino d’acciaio, scarpe in pelle (anche lucida) di color variabile tra nero, marrone o blu scuro.

Chic Casual: caratterizzato il più delle volte da camicia sciancrata o slim, tinta unita o fantasia, a seconda dell’occasione, blazer e pantaloni di colore spezzato- Scarpe eleganti, orologio con cinturino in pelle, accessori vistosi come collane, bracciali placcati argento e pochette da taschino tinta fantasia.

Casual Sportivo: caratterizzato da indumenti “comodi”, variabili da felpe sportive a giacchetti a magliette slim. Non rifiuta completi di tute a tinta unita, scarpe sportive, orologio multifunzione e blue jeans slim fit, se si tratta di uno sportivo o a taglio largo, se predilige uno stile di vita più comodo.

Bad Boy: caratterizzato da magliette monocromatiche, tendenzialmente bianche o grige, jeans attillati, giacche o giacchetti in pelle, accessori placati oro o argento vistosi, occhiali da sole. Scarpe, se sportive, di marca, ma tendenzialmente predilige anfibi e stivaletti in pelle.

Elegante: spesso confuso con il Business Man o lo Chic Casual. A differenza del primo, non necessariamente porta abiti a tinta unita e, a prescindere, utilizza tagli più morbidi. A differenza del secondo, non predilige un grande numero di accessori ma si limita ad un elegante orologio con cinturino in pelle. Blazer e abiti su misura, tinta unita o spezzati, la caratteristica dello stile elegante è la sobrietà dei colori, ma comunque in armonia tra di loro. Predilige camicie slim, ma non rifiuta maglioncini, girocollo e cappotti, con un paio di scarpe in pelle, abbinate alla cintura.

Questi sono solo alcuni degli stili che consigliamo come cambiare look uomo. Invitiamo ad usarli come base di costruzione del proprio stile, tenendo sempre in mente la regola che più unicità deriva dal proprio stile e più questo viene riconosciuto ed apprezzato.

Ad ogni modo, determinati accorgimenti vanno comunque presi in considerazione, nella fattispecie dal momento in cui decidiamo di cominciare a tramettere al mondo la nostra personalità, anche attraverso il look

Motivo per cui, a seguire, vi do qualche ulteriore spunto da tenere sempre a mente.

Look ragazzo: ulteriori aspetti da considerare

Tendenzialmente, non indossate mai più di tre colori, ad eccezione di colori che siano uno la sfumatura dell’altro: in tal caso contano come “uno solo” (ad esempio celeste e blu) e potete permettervi di aggiungerne altri.

Lo stile Chic Casual è uno dei pochi stili che può evincere da questa regola.

Nello stile Business e nella vestibilità di un abito in genere, la cravatta serve a spezzare, motivo per cui sarà sempre necessario un netto contrasto del colore della cravatta, con quello della camicia.

Il colore della cintura è bene che richiami quello delle scarpe. Non è necessario che sia lo stesso di tutta la superficie della scarpa ma, almeno, che richiami il colore della suola o dei lacci. Fanno eccezione a questa regola, le scarpe totalmente bianche.

Non indossate mai i calzini con i mocassini: nascono per essere indossati a piede nudo o con l’ausilio di un fantasmino.

Scegliete sempre scarpe di qualità (la scarpa è uno dei principali fattori di vestiario su cui cade l’occhio di una donna) e fate in modo che siano sempre ben tenute.

Utilizzate sempre vestiti su misura:

  • se siete grassi, un vestito troppo largo vi ingrandisce ulteriormente mentre uno troppo stretto, risalta le vostre forme eccessive;
  • se siete magri, un vestito troppo largo accentua la vostra piccolezza mentre uno troppo stretto la vostra gracilità.

I pantaloni su misura non scendono sotto il livello del malleolo tibiale, ma lo fiancheggiano.

É chiaro che dal momento in cui sapete come curare il vostro aspetto fisico, giocate di vantaggio sul vestiario e potete anche permettervi di “azzardare” un look più slim fit, giocando tra camicie sciancrate e magliette attillate.

Ovviamente massima cura ed attenzione al proprio viso: mai trascurare un aspetto curato, a partire dalle sopracciglia, che devono essere pulite (e non ad “ala di gabbiano”) fino i dettagli della barba.

Avete potuto vedere come cambiare look uomo e creare il proprio stile. No, non è un’impresa impossibile ma va comunque considerata seriamente dal momento in cui si decide di intraprendere un cambiamento della persona a 360°.

Cambiare aspetto potrà richiedervi qualche mese se non anni interi. Sarà tutto strettamente correlato a quanto seriamente prenderete l’idea di cambiamento, che parte dal fisico fino ad arrivare all’abbigliamento. Tuttavia le soddisfazioni saranno tanto grandi, quanto la fatica spesa per raggiungerle. Come sempre.

Un abbraccio,
lo Staff di IN Attraction

Commenti

commenti

Resta sempre aggiornato!

Iscriviti GRATUITAMENTE alla Nostra Newsletter per Avere l’Accesso Esclusivo a News, Iniziative ed Eventi Privati.