Come conquistare una ragazza a cui non piaciSe sei giunto qui, probabilmente è perché ti stai chiedendo come conquistare una ragazza a cui non piaci e ti sei per questo messo subito alla ricerca di informazioni su come ottenere l’attenzione da parte di una donna che, magari, ha mostrato di non averne nei tuoi confronti e questo ti ha messo un po’ in ansia. Non temere: perché non è mai detta l’ultima parola, ed anche quando sembra che non ci sia davvero alcuna speranza, in realtà hai ancora moltissime carte da poter giocare per ottenere il risultato che desideri.

Se non sai come conquistare una ragazza a cui non piaci, non ti preoccupare: sei arrivato nel posto giusto! Ti spiegherò come conquistare una ragazza a cui non piaci per niente (abbattendo quindi ogni sua remora nei tuoi riguardi) e ti farò anche vedere come conquistare una ragazza a cui non piaci fisicamente.

Perché il punto è proprio questo. Ci sono una miriade di sfaccettature tra il dire che non piaci ad una ragazza, il dire che non piaci ad una ragazza fisicamente, ed il dire che non le piaci per niente. Devi prima di tutto capire qual è tuo caso: è il caso di una ragazza che non ti stima, oppure è il caso di una ragazza che ha semplicemente dei gusti estetici rispetto a quello che sei tu e che hai da offrire dal punto di vista estetico?

Ricorda sempre che per affrontare un problema, la prima cosa che va fatta assolutamente è cercare di capire da dove partire, e per capire da dove capire devi essere in grado di snocciolare quel problema: non è sufficiente dire che esiste! Un esempio banalissimo ma che sicuramente ti servirà per capire, è il seguente: hai il computer che non si accende. Questo è un problema. Tuttavia, dire che il tuo computer non si accende non sarà di ottima risoluzione per quel problema, ma cercare di andare a fondo per trovare una soluzione ad esso, al contrario, ti aiuterà davvero tanto. Un computer che non si accende può essere scarico (se ad esempio è un portatile, con batteria scarica), ed allora in questo caso puoi provare a collegarlo alla presa di corrente, per verificare che funzioni. Oppure, può essere un problema di hardware, ed anche in questo caso bisogna capire quale parte non è funzionante, e quindi riparlarla o sostituirla.

Questi esempi semplici sono utili perché ti aiutano a configurare bene il problema in associazione con quello appena menzionato, e cioè quello di no riuscire in alcun modo a conquistare una ragazza che ti piace ma a cui tu, al contrario, non piaci per niente o non piaci fisicamente.

Una volta compreso questo punto, dovrai passare al secondo step: come sai che non piaci a questa ragazza? Ti faccio questa domanda perché molto spesso, noi siamo certi di qualcosa pur non avendo alcuna prova che lo dimostri: l’insicurezza, l’ansia di non sentirsi all’altezza, il fatto di essere una persona insicura e con poca forza d’animo, ma anche il nostro bagaglio culturale e sociale, spesso ci portano a sentirci vinti in partenza, ma magari non abbiamo alcuna prova o dimostrazione che giustifichi questa nostra sensazione.

Se ti stai chiedendo come conquistare una ragazza a cui non piaci, dovrai prima di tutto essere sicuro che non le piaci. Semplice, no? Può sembrare davvero molto banale, ma è molto comune farsi delle idee che poi si rivelano del tutto sbagliate, solo perché non ci sentiamo abbastanza sicuri di noi stessi: inoltre, proprio questa sensazione di insicurezza spesso è un nemico importante perché ci porta a non “brillare” in mezzo agli altri, a farci sentire più brutti, a non darci quella sensazione di potere e di serenità che ci aiuterebbero a conquistare anche la più difficile delle donne.

Detto questo, quindi, prima di darti per vinto devi:

  1. Essere sicuro, ma sicuro davvero, con prove tangibili, di non piacere a quella ragazza;
  2. Essere consapevole del perché non le piaci. Ci possono essere milioni di motivi: magari non le piaci fisicamente, magari le stai simpatico ma non sei attraente, magari sei attraente ma noioso, insomma c’è tutta una gamma di fattori che può davvero influire in maniera molto importante e rilevante su questa cosa, e devi sapere qual è il problema se vuoi affrontarlo.

Bene, come fare allora per essere sicuro e consapevole che non le piaci (se è vero che non le piaci), e del perché non le piaci? C’è una sola, univoca risposta a questa domanda: mettendoti in gioco.

Impara la Mentalità del Seduttore, per conquistare TUTTI in modo naturale ed efficiente

Scarica i capitoli gratuiti del libro " Mentalità e Seduzione "

Solo mettendoti in gioco, solo esprimendoti, solo avendo il coraggio delle tue azioni, potrai capire esattamente qual è il problema, e tante volte potresti addirittura ricevere una piacevolissima sorpresa. Magari ti è stato detto che non le piaci, solo per invidia o per tenerti fuori, magari non è vero, e tu devi saperlo per capire come muoverti: non c’è altra soluzione. La soluzione è quella di avere la certezza di come stanno le cose, senza se e senza ma.

Una volta compreso che non le piaci, una volta sicuro che c’è un problema reale (e non una cosa che ti è stata comunicata da terze persone), potrai agire per conquistarla, anche se non le piaci per niente, anche se sembra impossibile, anche se non le piaci fisicamente. Come fare?

Come conquistare una ragazza a cui non piaci per niente

Come conquistare una ragazza a cui non piaci per nienteMettiamo che tu ti sia dichiarato. Hai detto alla persona che ti piace che vorresti uscire con lei, che vorresti conoscerla meglio, le hai fatto sapere che sei cotto a puntino, hai fatto una mega dichiarazione d’amore, e magari hai ricevuto un bel due di picche. Perché? Questo potrebbe essere il caso di come conquistare una ragazza a cui non piaci per niente, ed io ti spiegherò come tentare il tutto e per tutto affinché lei, nonostante tutto il suo disinteresse, possa cadere ai tuoi piedi molto prima di quanto ti aspetti! Difficilissimo? Forse sì, ma per conquistare una donna, la prima cosa che devi imparare a fare è essere sicuro di te.

È per questo motivo che ti dico che, nonostante tu sia giustificato a temere un rifiuto (siamo tutti esseri umani, deboli e fragili), non devi farti spaventare così presto da una possibile mancanza di interesse espressa da parte sua. Molto spesso, ci si fida delle prime sensazioni che si provano: è una cosa che tendiamo a fare tutti, nascondendoci dietro le cosiddette “sensazioni a pelle” che, se da un lato possono anche essere vere, d’altra parte non devono essere confuse per superficialità. Nessuna persona può dire “quell’uomo non mi piace” o “quella donna non mi piace”, se ci ha parlato solo due minuti: certo, ci può essere un freno importante di mezzo, che è la mancanza di attrazione fisica (e di questo parlerò a breve nel paragrafo su come conquistare una ragazza a cui non piaci fisicamente), ma non possiamo assolutamente dire che la prima sensazione ci giustifichi a tenere lontana una persona.

Quante volte ti è capitato di sentire dire ad una coppia che all’inizio lei stava antipatica a lui o viceversa, o entrambi? E che poi, dopo essersi frequentati e conosciuti meglio, o dopo le insistenze di uno dei due, sono diventati innamorati ed amorevoli come una coppia per cui è scattato il fantomatico colpo di fulmine?

Insomma, non basta dire che una persona non ci piace. Dobbiamo motivarlo. E soprattutto, dobbiamo avere di fronte una persona che ci spinge a motivarlo, che non si arrende al primo ostacolo: una donna che ha rifiutato un invito a cena, non ci penserà più se tu non insisterai, ma sarà costretta a pensare a te, ad avere a che fare con te, a rispondere alle tue richieste, se tu continuerai ad essere presente.

Per farlo, devi però avere molto coraggio. Il coraggio di metterti in gioco. Se non hai paura di un no, sicuramente sei a cavallo, perché hai quantomeno la certezza che il tuo modo di essere ed il tuo modo di fare saranno molto efficaci e serviranno, almeno, per comunicare sicurezza di sé, autostima, autorità e fiducia, in quella donna che ti ha rifiutato e che si stupirà della tua integrità ed anche della tua insistenza. Sempre in maniera cordiale, delicata, educata, non dovrai mai mostrarti offeso o arrabbiato, e non dovrai demordere, ma dovrai al contrario continuare a chiederle di uscire con te, utilizzando tutte le armi che hai a tua disposizione, in prima linea la simpatia e la determinazione.

Conosci, Seduci, Conquista le donne che desideri. Scopri gratis il manuale per cominciare il tuo percorso seduttivo

Scarica i capitoli gratuiti del libro " Mentalità e Seduzione "

Vedrai che, dopo un po’ di tempo, riuscirai quantomeno a strapparle un’uscita: ed è proprio quella la tua occasione importante, e dovrai giocartela al meglio. Se invece, al contrario, alla tua richiesta di vedervi lei rifiuta e tu demordi, sicuramente non avrai avuto modo di tentare di conquistarla e le avrai anche involontariamente comunicato che sei una persona fragile, debole, che si arrende facilmente, e questa è una cosa che non piace a nessuna donna!

Se hai il coraggio delle tue azioni e di metterti in gioco, qualunque sia la risposta, avrai già un punto in tuo favore perché lei saprà che nonostante il suo rifiuto tu stai mostrando la tua parte forte, la parte del maschio Alpha, che è determinato, che sa cosa vuole e fa di tutto pur di ottenerlo: inoltre, capirà anche che per te lei è importante, e questo sveglierà la sua parte femminile e la farà sentire lusingata. Due punti in tuo favore con una sola azione, semplicissima, che tuttavia richiede coraggio!

Se proprio non riesci a metterti in gioco e ti sembra tutto così difficile, pensa a questa domanda: cosa ti può succedere se ti rifiuta? Non è mai morto nessuno per un rifiuto, e sicuramente non sarai il primo a farlo, anzi, proprio il contrario: mostrare di essere in grado di accettare anche un no in maniera serena e tranquilla la spiazzerà, perché lei magari si aspetterà ritorsioni, comportamenti infantili, denigrazioni, umiliazioni, tutte cose che talvolta i maschietti feriti nell’orgoglio tendono a fare, e che tu, cosa più importante, non farai! Colpita e affondata!

Equilibrio, indipendenza, maturità, amor proprio, sicurezza, determinazione, sono tutte le caratteristiche di te che potrai mostrare in un solo colpo, e solo facendo quel passo avanti che tanto ti spaventa ma che sicuramente sarà l’arma fondamentale che hai a tua disposizione per stupirla.

Perfetto. Questo tuo comportamento ti porterà quasi sicuramente ad ottenere un appuntamento con lei. Qui, dovrai essere in grado di giocare la tua carta più importante. Il fatto che tu l’abbia cercata, che tu l’abbia desiderata, che ti sia messo in gioco, non deve continuare nella maniera sbagliata: l’errore che in molti fanno, per paura di perdere la donna che hanno appena conquistato in minima parte, è quello di chiedere continue conferme, bramosi di attenzioni che non fanno altro che mostrare la loro insicurezza. Hai faticato così tanto per farle vedere che sei una persona sicura di te, e poi ti fai vincere dall’ansia di sapere come è andato l’appuntamento, o di farti vedere continuamente in ansia per sapere se è cambiato qualcosa?

Una volta che hai ottenuto il tanto desiderato appuntamento, dovrai essere in grado di cambiare il tuo gioco. Devi essere presente, devi essere gentile, premuroso e attento, ma non devi far pesare la tua presenza in maniera sistematica e soprattutto non devi diventare sin da subito un mattone: chiedere continuamente conferme rischia di destabilizzare questa donna che ha magari già fatto fatica iniziale ad accettare e a far accettare a sé stessa il fatto che le piaci, quindi dovrai agire per gradi e con calma. E quindi dovrai avere pazienza: all’inizio della frequentazione, ancora tutto può cambiare e basta un passo falso affinché questo avvenga.

Quindi, ti consiglio di essere presente, ma in maniera discreta e quasi distaccata e disinteressata: ogni tanto le mandi un messaggino o le fai una telefonata, ogni tanto la aspetti quando esce dal lavoro, ogni tanto la sorprendi con un invito veloce per un caffè, ma questa presenza non deve essere neanche lontanamente vicina a quella di uno stalker. Deve essere regolare ma graduale, a piccoli passi, perché questo servirà a farla abituare lentamente alla tua presenza e farà scattare quel meccanismo di abitudinarietà che, appena ti distaccherai per un po’, sarà lei ad avvicinarsi a te e cercare quella tua presenza che ormai la rassicura e che le offre tranquillità e sicurezza, stabilità e serenità.

Se, al contrario, tu le fai vedere che hai bisogno della sua presenza, questo la farà sentire soffocata e la porterà a sentirsi condizionata ed in trappola. E sai qual è l’atteggiamento più comune di fronte a tutto questo? Scappare, a gambe levate! Non chiederle mai cosa prova per te, non darle la sensazione che tu abbia necessità impellente di sapere se si è innamorata, se le manchi quando non ci sei, se le piaci: cerca di resistere! Tutto questo la spiazzerà e la porterà ad invertire, inconsapevolmente, le parti, spingendola a farti sentire la sua presenza, proprio come desideri tu!

Come conquistare una ragazza a cui non piaci fisicamente

Certo, l’esempio che ti ho appena fatto può essere semplice anche se lei inizialmente fa sentire che non le piaci per niente, ma non è proprio così se lei sostiene che non le piaci dal punto di vista estetico. Sulla simpatia si può lavorare, così come su tutti gli aspetti caratteriali, ma come facciamo a lavorare sulla parte estetica? Fisicamente c’è poco da fare, dirai tu: ed io sono un tantino (ma non del tutto) d’accordo. Perché anche se a volte ti sembra che vi siano proprio delle discrepanze importanti dal punto di vista estetico, ed anche se l’attrazione è importante, a volte l’attrazione fisica è una cosa che viene dopo.

Fa tua la mentalità solida di Henry. Inizia subito a conoscere e sedurre donne e uomini liberando tutto il tuo potenziale

Scarica i capitoli gratuiti del libro " Mentalità e Seduzione "

Insomma, non per tutte le coppie il colpo di fulmine è ciò che funziona, ma per alcune c’è bisogno di tempo affinché ciò avvenga. Quindi, nel frattempo che l’attrazione si fa strada nei suoi pensieri, potrai comunque farti conoscere sotto altri aspetti, che sono comunque importanti: la simpatia, la determinazione, la franchezza, la sincerità e l’onestà, tutti elementi che possono aiutarti a farla rilassare al punto che inizierà a guardarti con occhi diversi, magari meno carichi di pregiudizi ed un po’ più interessati.

Poi, ovviamente, alcune cose possono essere cambiate e possono essere migliorate, non solo per la donna che ti piace e che magari ha mostrato di non provare attrazione per te in una fase iniziale, ma anche per te stesso: un esempio? Magari hai qualche chilo di troppo e ti sei sempre detto che prima o poi ti metterai a dieta, farai attività fisica ed inizierai a mangiare sano ed a condurre uno stile di vita altrettanto equilibrato. Ok, magari lo hai sempre detto ma non hai mai avuto il coraggio (o lo stimolo giusto, direi io), per intraprendere questo percorso di affetto verso te stesso: quale migliore occasione per farlo, se non adesso?

Un altro esempio: magari sei fisicamente normale, non sei grasso né troppo magro, ma vorresti da tempo fare un po’ di palestra per mettere su qualche muscolo. Sicuramente questo può essere il momento giusto per farlo: ricordati che non devi necessariamente stravolgere la tua immagine, ma a volte bastano delle piccole accortezze, come un fisico più tonico e più asciutto per un aspetto in generale più sano, per suscitare l’interesse della donna che magari inizierà proprio grazie a questo cambiamento a vederti con occhi diversi. Poi, pensa ad un’altra cosa: a volte non è tanto l’aspetto fisico a renderci più o meno belli o più o meno interessanti, ma magari è quel qualcosa di noi che potrebbe migliorare.

Per esempio: magari sei a posto fisicamente, hai un corpo abbastanza muscoloso, ma non lo valorizzi abbastanza, ed anche questo rischia di essere un problema. Quante volte accade di vedere sia donne che uomini carini, ma che non si valorizzano, si vestono in maniera troppo “antica” e quindi rischiano di non suscitare l’attenzione e l’interesse altrui? Anche questa è una cosa da considerare.

Insomma, anche in questo caso, dire che non piaci fisicamente può voler dire tutto o niente. Prima di presentarti ad una persona, sicuramente puoi fare qualcosina per migliorare il tuo aspetto fisico anche nel tuo piccolo: sistemare la barba o sistemare il taglio di capelli, indossare indumenti adeguati e adatti alla situazione, o ancora mettere quel profumo che sicuramente ti garantirà quantomeno la sua attenzione. Soprattutto in una fase iniziale come questa, è bene che tu non dia nulla per scontato e che non lasci fare necessariamente al caso: l’attenzione (non maniacale) per il tuo corpo, è un punto in tuo favore perché mostrerà alla donna che ti interessa che tu sei attento al tuo modo di apparire, oltre che al tuo modo di essere. Perché contano entrambe, sia la sostanza che la forma, sia l’apparenza che l’essenza di una persona: e quindi, è giusto che tu punti al tuo aspetto caratteriale, mentale ed emotivo,  è giusto che punti ad aspetti come la simpatia, la determinazione, la forza, il coraggio, la cultura, ma allo stesso tempo non devi dimenticare di valorizzare anche il tuo aspetto esteriore, che, diciamocela tutta, è pur sempre il principale biglietto da visita di ognuno di noi.

Una volta che avrai fatto questo, una volta che avrai lavorato su te stesso cercando di migliorare i punti deboli e valorizzando i tuoi punti forti, sarai sicuramente molto più apprezzato, e potrai ottenere l’interesse anche di quella donna che fino a quel momento non ti ha dato molta importanza.

Ricorda, mai desistere!

Ecco tutti i punti che dovrai considerare:

  • Sii sempre te stesso, non mentire, non ingigantire il tuo modo di essere;
  • Non nascondere le tue debolezze, ma canalizzale verso un miglioramento della tua persona;
  • Mostra la tua determinazione e la tua essenza;
  • Valorizza te stesso ed i tuoi punti di forza, sia dal punto di vista estetico che sotto il profilo caratteriale ed emotivo;
  • Non demordere, non ti arrendere davanti agli ostacoli e non farti dare per vinto;
  • Cerca di capire perché non piaci, e punta sul miglioramento delle tue risorse per ottenere il suo interesse;
  • Almeno nella fase iniziale, non esagerare con le richieste di conferme e non imporre in maniera eccessiva e continuativa la tua presenza, anzi: fatti desiderare!

Se vuoi, puoi approfondire l’argomento leggendo anche il nostro articolo su come conquistare una ragazza che non ti vuole, come conquistare una ragazza timida, e su come conquistare una ragazza più grande.

 

Se non AGISCI non cambia nulla!

ULTIMO POSTO per il Bootcamp di Seduzione a Bologna, 17/18 Ottobre 2020.

Scopri Ora
Apri Chat
1
Bisogno di aiuto?
Ciao,
come possiamo aiutarti?