Poliamore cos'è, psicologia e causeCon l’articolo di oggi cerchiamo di affrontare l’argomento del poliamore che nella società moderna sta prendendo sempre più piede, grazie anche all’impatto di film e mass media.

Cosa si intende per poliamore e per quale motivo sempre più persone stanno sperimentando questa nuova formula amorosa? Quali sono le differenze con la poligamia e la monogamia, e può definirsi vero amore?

Poliamore cos’è e quali sono i fattori scatenanti e le cause (anche secondo la psicologia)

Poliamore cos'è e quali sono i fattori scatenanti e le cause (anche secondo la psicologia)Innanzitutto cerchiamo di chiarire il concetto: con poliamore si intende una relazione di tipo amoroso che consente ai partner, in maniera consensuale, di avere contemporaneamente più rapporti di tipo affettivo e sessuale. Tutto questo in totale armonia e nel rispetto reciproco, quindi alla luce del sole senza dover nascondere nulla.

Nella sostanza ciò si traduce con la possibilità di impegnarsi in molteplici relazioni sessuali con il consenso di tutte le persone coinvolte, cioè ogni partner ha la libertà di avere contemporaneamente più rapporti amorosi.

All’interno del poliamore vi sono molte possibilità tanto che si può considerare questa parola come un termine generico contenente al suo interno varie tipologie di relazioni (ad esempio la coppia aperta è formata da due persone che praticano il poliamore), che i partner possono scegliere in base alle loro esigenze.

All’interno di questa nuova dimensione amorosa esistono molte sfaccettature: non si ritrovano differenze di genere o relative all’orientamento sessuale. Ognuno è libero di vivere liberamente le proprie esperienze.

I principi inderogabili, a cui non si deve mai venir meno, sono: la consensualità nel vivere determinati tipi di esperienze ed il rispetto dell’altro e del diverso.

Da questo punto di vista il poliamore è molto semplice, ma vi è tuttavia anche una complessità relativa al suo modo di interfacciarsi con la società. La società difficilmente accetta, comprende ed apre le porte a ciò che è diverso dal modello dominante, ossia l’idea di una relazione monogamica.

Poliamore: cosa dice la psicologia sulle cause ed i fattori

Poliamore cosa dice la psicologia sulle cause ed i fattoriIl poliamore è la ricerca e l’espressione dei propri sentimenti, della propria intimità e sessualità con più persone. Un concetto difficile da accettare nella nostra società dove è ampiamente diffuso il modello monogamico.

Tuttavia dai dati che circolano sembra che negli Stati Uniti siano almeno 500.000 le persone che praticano questa forma di amore libero, anche se è ovviamente molto difficile fare delle stime accurate o dare i numeri precisi. Il fenomeno è in forte crescita anche in Italia soprattutto nelle principali città.

Ma cosa spinge un individuo a scegliere una relazione poliamorosa?

Impara la Mentalità del Seduttore, per conquistare TUTTI in modo naturale ed efficiente

Scarica i capitoli gratuiti del libro " Mentalità e Seduzione "

L’idea è quella di voler conoscere e sviluppare delle parti di se stessi, tanto a livello sessuale quanto relazionale, attraverso molteplici esperienze con più partner. Alcuni aspetti e parti di sè potrebbero non essere accettate dal partner e quindi si cerca di farle emergere in un rapporto con qualcun altro. In tal modo risulta più facile soddisfare bisogni e desideri che in una relazione monogamica rischierebbero di rimanere insoddisfatti.

Le relazioni monogamiche portate avanti nel lungo periodo possono facilmente ricadere nella monotonia e portare all’insoddisfazione erotica (fino a giungere anche alla crisi di coppia). Da un certo punto di vista l’assetto poliamoroso trova il modo di ovviare alla monotonia portando ad un maggiore soddisfacimento dei partner e al contempo evita tutta quella serie di bugie ed inganni.

Cause psicologiche

Cause psicologicheNon di rado capita che un partner sia disposto ad accettare l’assetto poliamoroso per amore dell’altro, una parola oggi, un dialogo domani e alla fine la persona cede e si fa trascinare all’interno di tale relazione. Questo se da un lato è un modo per sperimentare qualcosa di nuovo e venire a contatto con una parte nascosta di sé, dall’altro è di fondamentale importanza che ci sia una totale e consapevole accettazione di questo tipo di relazione (e di tutto ciò che comporta, finanche un profondo lavoro su se stessi).

Alla base del rapporto non vi deve essere un obbligo, una forzatura o una minaccia:

1.   Ognuno è libero

I vari tipi di rapporti che uomini e donne possono creare sono di diversa natura ed ognuno è libero di scegliere la forma che più si avvicina al proprio modo di essere, di sentire e di esprimersi. Ogni persona è libera di fare ciò che meglio crede e di adottare il modello che più la soddisfa. Un buon consiglio è quello di evitare di criticare tutto ciò che risulta diverso e di astenersi dal giudicare. Limitarsi ad osservare senza pregiudizio anche se non si condivide ciò che altre persone stanno facendo.

Per alcune persone può essere normale e naturale una relazione monogamica ed amare una sola persona per tutta la vita, mentre per altre non vi è nulla di male ad amare più persone contemporaneamente.

2.   Una scelta non semplice

Abbracciare un tipo di relazione poliamorosa non è una scelta semplice che viene fatta a cuor leggero: condividere la possibilità di avere rapporti affettivi ed erotici anche all’esterno della relazione implica il fatto che la coppia debba mettere in discussione se stessa e superare determinate resistenze e difficoltà. In primis la gelosia, che di certo non sparirà, ed in secondo luogo il concetto di fiducia deve per forza di cose essere rivisto ed espanso. Al tempo stesso bisogna trovare il modo più opportuno di comunicare questioni delicate che ruotano attorno alla sfera sessuale ed emotiva.

A livello pratico queste sono tutte situazioni complesse da affrontare.

In fin dei conti la monogamia è un concetto sociale: se io porto avanti questa idea e scelgo di identificarmi con essa decido di essere fedele ad una persona, ma ciò non toglie che io debba fare i conti, nel corso del tempo, con nuove esigenze e nuovi bisogni che possono sorgere. Chi sceglie la monogamia, da un certo punto di vista, decide di sacrificare alcuni aspetti di sé per adattarsi al concetto di relazione che la società promuove e sostiene.

Conosci, Seduci, Conquista le donne che desideri. Scopri gratis il manuale per cominciare il tuo percorso seduttivo

Scarica i capitoli gratuiti del libro " Mentalità e Seduzione "

3.   Non si agisce nell’ombra

Questo tipo di relazione potrebbe rendere più semplice il soddisfacimento di determinate esigenze umane. Una persona può facilmente essere libera di amare più persone contemporaneamente senza essere ossessionata dal senso di colpa o esser obbligata ad agire nell’ombra, per non farsi scoprire e per non ferire il partner.

Nella coppia monogamica molte persone prima o poi cedono al tradimento (perché magari finiscono per innamorarsi di qualcun altro) e questa situazione può portare anche alla rottura del rapporto. E ciò che dà maggiormente fastidio è il fatto che il proprio compagno agisca nell’ombra, l’esser tenuti all’oscuro.

Coloro che si rifugiano nel poliamore sostengono che una persona possa essere in grado di amare più persone contemporaneamente, tanto fisicamente quanto spiritualmente, e che il tutto debba essere fatto alla luce del sole.

Come funziona e perché alcune persone lo scelgono

Come funziona e perché alcune persone lo scelgonoVediamo ora più nel concreto quali sono le modalità operative del poliamore e perché alcune persone hanno deciso di abbracciare questo modello:

1.   Tipologie di poliamore

Le relazioni poliamorose non sono tutte uguali: ci sono delle persone che, ad esempio, stabiliscono una relazione con due partner contemporaneamente che tra di loro non si conoscono e non interagiscono (relazione a V: uno dei due partner è il punto di contatto fra gli altri due, che non sono emotivamente coinvolti tra di loro).

Ce ne sono delle altre che stabiliscono una relazione intima ed erotica contemporaneamente tra tutti i membri (viene chiamata la triade: i membri sono in perfetto equilibrio e nessuno risulta subordinato, è una relazione poliamorosa paritaria).

Relazione a T: è una dinamica in cui una coppia frequenta un partner esterno.

2.   Gerarchie

In questa forma di relazione possono esistere diversi tipi di gerarchie: abbiamo già accennato alla triade, rapporto in cui non esiste gerarchia o subordinazione. Tutti sono sullo stesso livello. In altri casi si può trovare una relazione primaria tra due individui, che poi all’esterno vivono altri tipi di relazione con altri singoli o con coppie (partner secondari). Ricadrà su ciascuna coppia la libertà di decidere se condividere determinate informazioni (con chi e quando ci si vede) o meno.

3.   Rapporto etico

I rapporti di poliamore hanno una loro valenza etica poiché ogni partner è a conoscenza e approva le varie relazioni dell’altro. Di conseguenza tutto è all’insegna della trasparenza: ogni individuo accetta che altre persone possano soddisfare bisogni e desideri del proprio partner.

I principi che stanno alla base di questo stile relazionale sono: il consenso e la condivisione di regole che disciplinano i rapporti. Tali regole possono essere più o meno rigide, ma non si tratta affatto di una cosa semplice poiché questo modello di vita può anche essere molto più impegnativo del modello monogamico. In sostanza ogni persona ricerca la propria felicità cercando di non ferire nessun altro.

4.   Mancanza di esclusività sessuale e sentimentale

Nelle dinamiche del poliamore non vi è una esclusività dal punto di vista sessuale e sentimentale, ogni membro della relazione gode di maggiore libertà.

Per far sì che il rapporto possa funzionare tutti i partner collaborano e condividono le proprie emozioni, i propri sentimenti e stati d’animo, cercano di capire cosa sta funzionando bene e cosa invece necessità di un cambiamento affinché tutti possano essere felici.

All’interno della cultura del poliamore ogni nuovo arrivato (nuovo partner) viene accolto come un arricchimento, più che una rivale da temere o da ostacolare. Vi è un modo di pensare volto all’inclusività e ciò è possibile solo facendo un faticoso lavoro su se stessi che porta a ridurre gli effetti della gelosia.

Fa tua la mentalità solida di Henry. Inizia subito a conoscere e sedurre donne e uomini liberando tutto il tuo potenziale

Scarica i capitoli gratuiti del libro " Mentalità e Seduzione "

5.   Tradimento

Alcune persone scelgono questo tipo di rapporto perché pensano di poter porre fine al problema del tradimento, purtroppo non è sempre così.

Anche nei rapporti di poliamore esiste il tradimento, che porta con sé un certo disagio ed insofferenza all’interno della relazione. Il motivo è presto detto: con il tradimento si infrangono le regole ed i principi fondamentali alla base di questo tipo di relazione, vengono a mancare la fiducia ed il rispetto (proprio come nelle relazioni monogamiche).

6.   Non esiste la dolce metà

I sostenitori del poliamore non credono al concetto romantico del trovare la propria dolce metà: secondo il loro modo di vedere una persona da sola non è sufficiente nè è in grado di appagare o completare un’altra. All’interno del rapporto nessuno deve sacrificarsi o adattarsi a qualcun altro, ogni persona ha il diritto di badare a se stessa e di soddisfare le proprie esigenze, attraverso il mantenimento di più relazioni in contemporanea.

Un abbraccio,

Lo Staff di IN Attraction

 

 

 

 

 

Se non AGISCI non cambia nulla!

ULTIMI 2 POSTI: Scopri il Bootcamp di Seduzione a Bologna 16-17-18 Aprile 2021

Scopri Ora